La Mostra - Treccani 1925-2015
La Cultura degli Italiani

Dopo lo straordinario successo ottenuto al Complesso del Vittoriano di Roma, dove è stata inaugurata lo scorso 31 marzo dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la mostra “Treccani 1925-2015. La cultura degli Italiani”, realizzata in occasione dei novanta anni dell’Istituto della Enciclopedia Italiana, giunge ora a Milano, a Palazzo Morando | Costume Moda Immagine, dal 7 luglio al 13 settembre.
In questi anni, l’Istituto ha accompagnato la storia d’Italia, seguendone da vicino le vicende, con una profonda ricerca culturale e scientifica, divenendo testimonianza della cultura italiana e mondiale, ma anche del sapere contemporaneo, con aggiornamenti che hanno seguito il passo delle conquiste più recenti in tutti i campi della conoscenza.
L’esposizione nasce sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, è promossa dall’Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani e dal Comune di Milano e si avvale del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati, del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, della Regione Lombardia e di Expo Milano 2015, in collaborazione con Aspen Institute Italia, Fondazione Cariplo, Fondazione Pirelli, Istituto Luce – Cinecittà, Istituto per la storia del Risorgimento italiano, IULM – Libera Università di Lingue e Comunicazione e Rai Teche e con il contributo di Assiteca – Broker internazionale dal 1982. L’organizzazione generale e la realizzazione sono di Comunicare Organizzando.
La mostra è un’occasione per rivivere il percorso della cultura italiana e la storia del nostro Paese. Come un chilometrico itinerario nel sapere, filo rosso di tutta la mostra saranno i libri editi dalla Treccani, che accompagneranno il visitatore nel suo viaggio nella storia dell’Enciclopedia Italiana. E sono proprio alcune di queste grandi opere – dall’Enciclopedia Italiana al Dizionario Biografico o al Contributo Italiano alla Storia del Pensiero – a scandire il percorso espositivo.
La storia
Sorto nel 1925 per opera di Giovanni Treccani degli Alfieri con il fondamentale contributo di Giovanni Gentile, l’Istituto della Enciclopedia Italiana si proponeva di costruire, tramite la realizzazione dell’Enciclopedia Italiana di Scienze, Lettere ed Arti, un’opera editoriale che doveva essere in grado di contribuire in modo determinante alla crescita culturale italiana (“la maggior prova intellettuale dell’Italia nuova”), anche attraverso la collaborazione straordinaria di studiosi internazionali. L’attività culturale della Treccani ha lasciato infatti numerose tracce all’interno dell’Istituto, sedimentandosi in uno straordinario archivio documentario che testimonia una complessa rete di rapporti nazionali e internazionali: da Giovanni Gentile a Enrico Fermi, da Filippo Tommaso Marinetti a Federico Chabod, da Claude Lévi-Strauss a David Ben Gurion, da Lionello Venturi a Rita Levi-Montalcini. Alcuni tra i documenti più significativi di questa attività sono visibili al visitatore, come ad esempio il contratto per la stesura della voce atomo firmato da Enrico Fermi, l’autografo della voce Umberto Boccioni di Filippo Tommaso Marinetti, una lettera di Achille Starace sul carattere «non fascista» della redazione dell’Enciclopedia.
La mostra
La mostra è suddivisa in tre sezioni e un prologo, che racconta la nascita della cultura enciclopedica  europea, con l’esposizione dell’Encyclopédie di Diderot.
L’apertura della mostra è un omaggio alla città di Milano, nella sua grandezza storica e artistica, fulcro del design e della moda italiani. In esposizione un percorso attraverso le immagini di 90 oggetti, testimonianza del design, dell'eccellenza e della memoria italiani, uno per ogni anno della storia della Treccani.
Inoltre due percorsi multimediali: uno che ripercorre la storia della città attraverso le sue bellezze d’arte fino a Expo 2015 e uno sulla Moda, nonché i volumi editi da Treccani, dedicati alla metropoli lombarda: la Storia di Milano, Milano Expo 2015. La città al centro del mondo e l’Enciclopedia della moda.

La prima sezione, che comprende gli anni dalla fondazione dell’Istituto della Enciclopedia Italiana al 1945, illustra la nascita dell’Enciclopedia e il dibattito culturale e scientifico che ne fu alla base. Qui saranno visibili rari documenti d’archivio come le lettere di Benedetto Croce e di Giovanni Gentile e verrà proiettato il film di Andrea Prandstraller “Treccani e Gentile. Nascita di un’enciclopedia”, un progetto di Andrea Treccani e Andrea Prandstraller in coproduzione con Istituto Luce, in cui l’intera vicenda dell’industriale Giovanni Treccani, del suo incontro con il filosofo Giovanni Gentile e la nascita dell’Enciclopedia Italiana, vengono raccontati attraverso documenti storici dell’epoca, filmati pubblici e privati, testimonianze di ieri e di oggi oltre che con le parole autobiografiche del ‘Diario’ (inedito) che Giovanni Treccani scrisse nell’arco di 40 anni di vita.
 
Nella seconda sezione, che va dal 1945 al 1970, i protagonisti sono l’Italia della Liberazione e il ruolo dell’Istituto come luogo di un’erudizione anti-ideologica, il Dizionario Biografico degli Italiani e l’Italia del boom, con il racconto delle vite, il lemmario ancora risorgimentale, il metodo di lavoro degli otto tempi, con materiali che esemplificano le fasi in cui erano suddivise la stesura e la redazione definitiva delle voci dell’Enciclopedia. Qui sono esposti, tra l’altro, i disegni e gli acquerelli originali realizzati da grandi artisti per illustrare le opere Treccani, fotografie ritoccate a mano e lastre litografiche.
In questa sezione trova spazio anche una testimonianza sul lavoro artigianale: un singolo volume diventa esempio di una lunga tradizione manuale che vede al lavoro tipografi e legatori ancora impegnati in una delle eccellenze del fare italiano. Una artigianalità che trova espressione anche nella recente produzione di pregiati volumi dedicati a importanti codici miniati e manoscritti o alla riedizione di classici della letteratura italiana in vesti editoriali nuove, arricchite da una innovativa lettura della varietà tipologica delle fonti iconografiche.

La terza sezione, che va dal 1970 – l’Italia degli anni di piombo – ad oggi, è incentrata sulle scienze dure e biomediche, sul vocabolario e la lingua italiana, sulla Treccani tra arte e paesaggio seguendo tutti i passi della rivoluzione digitale. Tra le opere più significative di questa sezione c’è la prima versione a stampa del Dialogo di Galileo Galilei del 1632, corredata da un’installazione multimediale che confronta le immagini scattate dai microscopi a scansione con quelle dei satelliti.
I novanta anni dell’Enciclopedia Italiana sono inoltre scanditi da vetrine che contengono ciascuna un’opera della Treccani, simbolo del periodo di riferimento. Accanto ai volumi sono installati inoltre dieci percorsi digitali, costituiti da touchscreen, che consentono una navigazione multimediale all’interno dei contenuti Treccani, selezionati secondo le seguenti aree tematiche: Milano. Expo 2015. La città al centro del mondo; Universo Moda; L’Italia e la sua Arte; L’Italia e la sua Storia; La cucina italiana come cultura; Il tesoro della lingua italiana; Le scienze; Il labirinto enciclopedico; La musica italiana: Giuseppe Verdi; L'Enciclopedia italiana: prototipo di consultazione multimediale. La presentazione delle opere Treccani viene in tal modo arricchita da nuove funzionalità, rese possibili dalle applicazioni digitali, consentendo una navigazione multimediale di per sé stessa diversa rispetto all’uso tradizionale delle pubblicazioni edite dall’Istituto. In ogni percorso il visitatore può interagire e scoprire i contenuti grazie ai percorsi tematici suggeriti, che si snodano lungo la storia dell’Istituto e dell’Italia attraverso libri, disegni, fotografie, mobili, incisioni, documenti d’archivio, facsimili di preziosi codici miniati, opere e approfondimenti.

Nel percorso espositivo, un focus su Mimmo Paladino, protagonista dell’arte contemporanea e prezioso amico e collaboratore dell’Istituto della Enciclopedia Italiana, che in occasione del suo 90° anniversario ha realizzato la statua in bronzo La conoscenza, simbolo dell’impegno per la cultura profuso dalla Treccani nel corso della sua storia, che verrà esposta per la prima volta nel Padiglione Zero di Expo Milano 2015.

Scarica l'invito

Palazzo Morando | Costume Moda Immagine
Via Sant’Andrea, 6 – Milano

Dal 7 luglio al 13 settembre 2015

Orari: dal martedì alla domenica 10 – 19

l’accesso alla mostra è consentito fino a 30 minuti prima della chiusura

INGRESSO LIBERO

Per informazioni:
Comune di Milano | Cultura, Servizio Musei Storici
tel. 02 88465735 – 64532

Organizzazione generale: Comunicare organizzando