Questo sito contribuisce all'audience di

LE OPERE

Firenze. Luoghi, persone, visioni

Con l’opera Firenze. Luoghi, Persone, Visioni , che inaugura la nuova collana di libri d’arte «Città d’Italia», Treccani intende dare il proprio contributo al recupero della consapevolezza della dimensione ‘vitale’ che è propria dello spazio urbano nel suo legame con la comunità sociale.

Descrizione

Con l’opera Firenze. Luoghi, Persone,Visioni, che inaugura la nuova collana di libri d’arte «Città d’Italia», l’Istituto della Enciclopedia Italiana intende dare il proprio contributo al recupero della consapevo­lezza della dimensione ‘vitale’ che è propria dello spazio urbano nel suo legame con la comunità sociale, e il proprio sostegno al richiamo a un’appartenenza comune, espressa più che da ogni altra cosa dal legame tra la città, i suoi cittadini e il suo patrimonio culturale.

Nel legame tra «città» e «cittadini» è possibile individuare il filo conduttore del volume, che si articola in tre percorsi iconografici paralleli, intitolati rispettivamente Luoghi, Persone e Visioni, introdotti da Tomaso Montanari e da una serie di saggi lungo un arco temporale che dall’Ottocento giunge sino ai nostri giorni.

Le illustrazioni che compongono i tre percorsi appartengono tutte al patrimonio dell’Archivio Fotografico dei Fratelli Alinari, che proprio a Firenze venne fondato nel 1852 e che rappresenta la più antica e una delle più importanti realtà italiane nel campo della fotografia e della comunicazione per immagini.

Leggi tutto

dati tecnici

volumi in formato
cm 24x33
1
illustrazioni
oltre 550
pagine
820
tiratura limitata e numerata in copie
1.499

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE

{url}
Arte

Caravaggio

Di grande formato e raffinata qualità grafica, il volume si apre con un saggio di Francesca Cappelletti che introduce il lettore al percorso artistico di Caravaggio. Il testo ripercorre la biografia del Maestro e l’evoluzione della sua arte attraverso le fonti e il confronto, ben documentato dalle immagini, con gli artisti a lui contemporanei. Ci si propone dunque di guidare il lettore in una sorta di viaggio alla riscoperta di questo grande artista, attraverso un saggio critico sintetico e problematico – sia della vita che delle opere –, accompagnato da un ricco corredo di immagini a colori, nonché da una sezione esclusivamente iconografica (Il percorso artistico) che illustra in maniera eccellente le opere più belle e conosciute. Nel catalogo ragionato delle opere sono contenute le novità attributive e cronologiche emerse in questi ultimi trent’anni di studi sull’artista. Infine viene fornita una ricca bibliografia aggiornata ai titoli più recenti, da cui è comunque possibile ricavare la vicenda pregressa, non escluse indicazioni relative a fonti e documenti cinquecenteschi utili alla ricostruzione del profilo biografico dell’artista. CARATTERISTICHE DEL VOLUME Stampa su carta di pregio con legatura in pelle pieno fiore conciata in fossa con tinture vegetali, senza aggiunta di additivi chimici. Fregi e impressioni in oro sul piatto e sul dorso. Il cofanetto è della stessa pelle del volume. La stampa è in quadricromia con retino stocastico ad altissima definizione su carta Symbol tatami white da gr. 135. Contenuti speciali Incisione e stampa in oro a caldo sul dorso e sul piatto. Il disegno sul piatto, eseguito al filo di ferro, riproduce Medusa , 1598 circa, olio su tela montato su tavola, Firenze, Galleria degli Uffizi. La stampa è in quadricromia con ...

{url}
Arte

Il Vittoriale degli Italiani

Il volume dedicato al Vittoriale ne descrive la bellezza e il fascino attraverso l’arte della fotografia nelle le oltre cento foto scattate in esclusiva per Treccani da Aurelio Amendola. Il Vittoriale degli Italiani è un complesso di edifici, vie, piazze, un teatro all’aperto, giardini e corsi d’acqua eretto tra il 1921 e il 1938, costruito a Gardone Riviera sulle rive del lago di Garda da Gabriele d’Annunzio con l’aiuto dell’architetto Giancarlo Maroni, a memoria della “vita inimitabile” del poeta-soldato e delle imprese degli italiani durante la Prima Guerra Mondiale. Il Vittoriale, donato da d’Annunzio al “popolo italiano” nel 1923, è oggi una fondazione aperta al pubblico e visitata ogni anno da circa 180.000 persone.

{url}
Arte

Veneto

Treccani dedica alle regioni italiane una collana dal titolo “L’Italia” che si è inaugurata con il volume Sicilia, diretto da Giovanni Puglisi, e prosegue con il volume Veneto, la prima delle regioni dell’Italia settentrionale a essere inserita nella collana, diretto da Marino Zorzi. Il volume Veneto offre al lettore una visione globale e prospettica di un territorio che rimane spesso ancora sconosciuto all’osservatore comune, con l’obiettivo di dare visibilità soprattutto al patrimonio storico – artistico materiale, e al patrimonio immateriale, cioè quell’insieme di elementi folklorici e culturali che caratterizzano la presenza antropica nella regione. Cosa è stato il Veneto storico e cos’è quello attuale? Per rispondere a queste domande sono stati individuate nell’opera cinque sezioni tematiche, centrali per la comprensione del territorio: la sua storia, il paesaggio, la popolazione, il rapporto tra territorio ed espressioni artistiche e le sue tradizioni. Accanto alle sezioni tematiche impreziosisce il volume una ricca selezione di immagini, molte delle quali realizzate appositamente. Ogni immagine dà forma e sostanza alle parole, costruendo dei veri e propri itinerari d’autore.  

{url}
Arte

Sicilia

Treccani dedica alle regioni italiane una collana dal titolo “L’Italia” che si inaugura con il volume Sicilia , diretto da Giovanni Puglisi. La collana si propone come viaggio alla scoperta della storia e delle tradizioni, dei patrimoni e dei luoghi ereditati da un passato illustre, amati e difesi da donne e uomini che con passione e speranza tutelano un’idea di comunità. Il volume Sicilia descrive l’Isola da un punto di vista insolito, attraverso una pluralità di voci che ne mette in evidenza aspetti non convenzionali. A un’analisi puntuale delle ‘bellezze’ dell’Isola è dunque unita la descrizione delle atmosfere, di quelle caratteristiche non solo geografiche o artistiche che ne fanno, come molte realtà del Sud, un luogo unico al mondo. L’opera è divisa in tre sezioni, la prima è incentrata sui luoghi come realtà fisica, la seconda è dedicata alle memorie e alle sensazioni generate dal connubio tra passato e presente, la terza riguarda le tradizioni ancora vive e gli aspetti socio-economici. Le oltre 700 illustrazioni sono per la maggior parte di grandi fotografi siciliani: dalle immagini d’epoca di Giuseppe Incorpora, Dante e Giuseppe Cappellani, Antonino e Tommaso Tagliarini, a quelle contemporanee di Enzo Brai, Alfio Garozzo, Giuseppe Leone, Melo Minnella, Giuseppe Muccio, Luigi Nifosì, Angelo Pitrone, Ferdinando Scianna, Shoba, Attilio Russo; ma anche immagini di fotografi attratti dalla Sicilia come Gustave Eugène Chauffourier, Gabriel De Rumine, Giorgio Sommer, Folco Quilici, Fosco Maraini.    

Le nostre Sedi