Questo sito contribuisce all'audience di

Incontro: Psicoanalisi e Postmodernità. Verso la Neomodernità?

 



Venerdì 20 aprile, alle ore 16,30, presso la Sala Igea dell’Istituto della Enciclopedia Italiana, si terrà l'incontro su

 

Psicoanalisi e Postmodernità. Verso la Neomodernità?

 

Perché interrogarsi sul rapporto della psicoanalisi con la postmodernità e sul destino di entrambe verso la neomodernità?
Perché l'atmosfera di disillusione, nei confronti della cultura, caratteristica della postmodernità, si è estesa anche al "discorso" psicoanalitico. E' allora necessario capire se questa atmosfera significa crisi della disciplina psicoanalitica, incapace di entrare nei tempi nuovi, oppure se è crisi del rapporto fra la teoria e la pratica della psicoanalisi, o ancora se è crisi dei profili professionali di coloro che la rappresentano.
La domanda è utile per poter indicare eventuali nuovi percorsi.
Arrigo Bigi, decano della Società Psicoanalitica Italiana, si dice convinto che per la psicoanalisi sia ormai tempo di iniziare a ridiscutere la formazione degli allievi, che determina i loro profili professionali, non più adeguati alle patologie dei nostri giorni.
E' il timore della mancanza di futuro, che esprimono gli allievi, a rendere necessaria una attenta riflessione sulla difficoltà del confronto fra la psicoanalisi, la cultura della postmodernità ed i tempi che verranno ancora dopo.
Questa sera non potremo che sfiorare una materia tanto vasta e faremo riferimenti solo ad alcuni temi.
Dopo l’introduzione di Ezio Maria Izzo, il filosofo Francesco Saverio Trincia, autore di numerosi libri sul confronto fra la psicoanalisi ed il pensiero filosofico, darà una risposta alla proposta, contenuta nel mio libro, di un ritorno al dialogo Freud-Binswanger, psicoanalisi-psichiatria esistenziale, che aiuterebbe entrambe ad affrontare meglio le nuove patologie. Questo ritorno rappresenterebbe la ripresa di un dialogo dell'inizio novecento, che disegna un futuro verso la neomodernità.
Luis Martin Cabrè, già Presidente dell'Associazione Psicoanalitica di Madrid, parlerà di Sandor Ferénczi, che è considerato un precursore di un nuovo paradigma psicoanalitico.
Concluderà Luigi Boccanegra, uno degli psicoanalisti più attivi nel portare questo vertice di osservazione nelle équipes psichiatriche operanti territorialmente.

Introduce e coordina: Ezio Maria Izzo Psicoanalista didatta Società Psicoanalitica Italiana;Intervengono: Francesco Saverio Trincia Docente di Storia della filosofia contemporanea. Università La Sapienza di Roma;Luis Martin Cabré Psicoanalista didatta Madrid Psychoanalytical Association; 

 

Conclusioni: Luigi Boccanegra Psicoanalista Società Psicoanalitica Italiana. Supervisore in varie équipes psichiatriche del Veneto

 

 

 

scarica l'invito