Diritto amministrativo

Organismo di diritto pubblico

Stefano Vinti

Viene esaminata la nozione di organismo di diritto pubblico, analizzando le difficoltà esegetiche in cui sono incorsi gli interpreti nel ricostruirne gli elementi essenziali e nel delimitarne la portata nei vari campi di applicazione, interrogandosi sulla possibilità di sussumere la stessa tra le nozioni di teoria generale.

Diritto civile

Arricchimento ingiustificato

Pietro Sirena

Vengono esaminati gli artt. 2041-2042 c.c. i quali disciplinano l’azione generale di arricchimento senza causa, ponendo così il principio generale secondo cui gli spostamenti patrimoniali privi di giustificazione devono essere restituiti.

Diritto commerciale

Concordato preventivo. 2 Votazione, omologazione, esecuzione

Maurizio Sciuto

La procedura di concordato preventivo viene esaminata nel suo svolgimento dopo la sua apertura, nella sua fase conclusiva per effetto della votazione e dell'omologazione (o del suo rigetto), e in quella successiva all'omologazione, in cui la proposta concordataria dovrebbe trovare esecuzione.

Diritto costituzionale

Patti Lateranensi

Sergio Lariccia

Vengono esaminati il significato e le norme dei Patti lateranensi stipulati l’11 febbraio 1929 fra l’Italia e la Santa Sede, con particolare riferimento alle disposizioni del Trattato (carattere sacro di Roma, santa Sede, prerogative del sommo pontefice, Stato della Città del Vaticano, potestà della Chiesa cattolica nello Stato italiano) e del Concordato, nelle materie dell’assistenza spirituale, delle persone fisiche e giuridiche, del matrimonio, dell’istruzione, della scuola e dell’insegnamento.

Diritto del lavoro

Retribuzione 1. Rapporto di lavoro privato

Stefano Bellomo

La voce esamina i principali profili della retribuzione, partendo da quelli caratterizzati da una spiccata centralità e da una riconosciuta importanza storica, quale la retribuzione proporzionata e sufficiente e prende poi in esame, nella prospettiva attuale, le ulteriori e diverse nozioni di retribuzione connesse alle differenti funzioni ad essa assegnate dall’ordinamento legale e da quello intersindacale, tra le quali quelle di corrispettivo della prestazione lavorativa in senso ampio (comprensivo, cioè, degli istituti di retribuzione indiretta e differita), di base di calcolo della contribuzione previdenziale, di elemento funzionale al miglioramento della produttività ovvero alla gestione delle fasi di crisi.

Diritto internazionale e comparato

Ambiente

Marina Castellaneta

L’Unione europea svolge, da tempo, un ruolo centrale nell’ambito della tutela dell’ambiente, che è diventata una politica e un obiettivo inserito nei Trattati. Gli interventi dell’Unione, in linea con gli obiettivi fissati dal Trattato sul funzionamento dell’Unione europea, sono realizzati nel pieno rispetto di principi quali quello di prevenzione, di precauzione, di correzione alla fonte e “chi inquina paga”. Questi principi risultano sviluppati anche nei numerosi atti di diritto derivato adottati dall’Unione europea e nel Settimo programma di azione in materia di ambiente e consentono ormai di delineare caratteristiche proprie, anche nel contesto internazionale, dell’azione dell’Unione europea in questo settore.

Diritto penale e procedura penale

Misure cautelari 3. Criteri di scelta

Claudio Papagno

Scevro da rigidi automatismi, il sistema cautelare propone la tipizzazione di un “ventaglio” di misure, di gravità crescente (artt. 281-285), la cui scelta è condotta sulla base del criterio di “adeguatezza” e “proporzionalità” (art. 275, co. 1 e 2, c.p.p.), dando corpo al principio del “minore sacrificio necessario”, per cui si impone al giudice di scegliere la misura meno afflittiva tra quelle astrattamente idonee a tutelare le esigenze cautelari ravvisabili nel caso concreto. Tuttavia, una delle fasi più delicate del procedimento cautelare diviene terreno fertile per scelte contingenti del legislatore, il quale, allargando le maglie di applicazione della presunzione di adeguatezza di cui all’art. 275, co. 3, c.p.p., ha provocato l’intervento, a più riprese, della Corte costituzionale che ne ha dichiarato l’incompatibilità con il dettato costituzionale.

Diritto processuale civile e delle procedure concorsuali

Condanna in futuro

Giorgetta Basilico

La voce fornisce un inquadramento della condanna in futuro all’interno della tutela di condanna e ne tenta una sistemazione di carattere generale, che superi le ipotesi tassativamente previste.

Diritto tributario

Ingiunzione

Antonio Guidara

Le ingiunzioni fiscali, che riguardino pretese fiscali, sono atti della riscossione, che consentono l’acquisizione coattiva delle somme pretese da altri atti (impositivi e/o sanzionatori), ma anche, in via residuale, da essi stessi determinate (in tal caso svolgono anche funzione di accertamento). Di esse si definisce l’ambito di operatività, la disciplina essenziale, le caratteristiche peculiari e si individua il giudice cui devolvere le relative controversie.