Diritto amministrativo

Responsabilità amministrativa

Francesco Manganaro

Il dipendente delle pubbliche amministrazioni che causa ad esse un danno incorre in responsabilità amministrativa, oggetto di possibili sanzioni disciplinari e di giudizio da parte della Corte dei conti.

Diritto civile

Transazione

Anna Maria Pancallo

Viene esaminato il contratto di transazione, disciplinato dagli artt. 1965-1976 c.c. La transazione è quel contratto, a prestazioni corrispettive, attraverso il quale le parti si fanno delle reciproche concessioni per porre fine a una lite già iniziata oppure per prevenire una lite che potrebbe insorgere. 

Diritto commerciale

Somministrazione

Lourdes Fernández del Moral Domínguez

Il contratto di somministrazione ha trovato solo con il Codice civile del 1942 una regolamentazione organica. Oggi l’interpretazione sistematica della nozione contenuta all’art. 1559 c.c. e degli artt. 1570 e 1677 c.c. ha portato a sottrarre rilevanza tipologica all’oggetto delle prestazioni, che potrebbe comprendere non solo beni (per consumo o per uso) ma anche opere o servizi. Determinante invece per la causa e il tipo della somministrazione è la presenza di un interesse duraturo che si manifesta in una pluralità di momenti, la cui soddisfazione richiede l’esecuzione di una pluralità di prestazioni periodiche o continuative. La piena soddisfazione di ciascuna manifestazione dota la singola prestazione di effetti solutori e, quindi, di autonomia. La dialettica tra unità contrattuale e pluralità di prestazioni autonome, fondata sull’interesse duraturo sottostante al contratto, è alla base delle particolari norme che il Codice civile detta in ordine alla determinazione delle prestazioni, alla risoluzione, al recesso e all’eccezione d’inadempimento.

Diritto costituzionale

Consiglio Superiore della Magistratura

di Roberto Bonanni

Il Consiglio superiore della magistratura, organo posto dalla Costituzione a presidio dell’autonomia e dell’indipendenza della Magistratura ordinaria da ogni altro Potere dello Stato, è esaminato con particolare riguardo alla sua composizione, ai criteri di elezione dei suoi membri, alle competenze e ai provvedimenti dallo stesso adottati nei riguardi dei magistrati. In riferimento a questi ultimi si sono poste problematiche circa la sottoposizione dei medesimi alla giurisdizione amministrativa e in ordine ai limiti della loro sindacabilità, dovendo essere tutelati sia la posizione di rilievo costituzionale del Consiglio sia le situazioni giuridiche soggettive dei singoli magistrati.

Diritto del lavoro

Partecipazione dei lavoratori alla gestione delle imprese

Tiziano Treu

La voce analizza le varie forme di partecipazione dei lavoratori alla gestione delle imprese nella normativa europea e nell’ordinamento italiano. Si indicano i motivi della non attuazione dell’art. 46 Cost., le proposte legislative in materia, le più recenti esperienze di partecipazione di origine contrattuale, e gli interventi di incentivo ai premi di produttività e al welfare aziendale nelle leggi di bilancio per il 2016 e 2017, le esperienze di partecipazione azionaria dei dipendenti e il relativo (limitato) sostegno legislativo. Da ultimo si analizza l’impatto delle trasformazioni dell’impresa sulle forme partecipative dei lavoratori.

Diritto internazionale e comparato

Cooperazione giudiziaria internazionale

Alessandra Lanciotti

L’attività di cooperazione giudiziaria internazionale, stante l’assenza di obblighi previsti da norme di diritto internazionale consuetudinario, trova la propria regolamentazione nelle disposizioni pattizie concordate fra gli Stati interessati a porre in essere il necessario coordinamento fra le rispettive autorità giudiziarie e amministrative per lo svolgimento di varie attività processuali, che vanno dalla raccolta delle prove alla notificazione degli atti all’estero, nonché per agevolare la circolazione dei provvedimenti e delle decisioni giudiziarie. Anche in materia penale gli obblighi di cooperazione e assistenza giudiziaria sono stabiliti da appositi trattati che rendono possibile l’assistenza giudiziaria in favore dello Stato richiedente con modalità accettate nello Stato di compimento dell’attività. Infine norme particolari regolano la cooperazione degli Stati con i tribunali penali internazionali ad hoc e con la Corte penale internazionale.

Diritto penale e procedura penale

Millantato credito

Valentina Lucianetti

Vengono esaminati gli elementi strutturali dell'art. 346 c.p., rubricato Millantato credito, anche alla luce della recente introduzione, ad opera della l. 190/2012, del reato di traffico di influenze illecite (art. 346 bis c.p.). Viene, altresì, approfondito il rapporto tra il millantato credito e altre fattispecie delittuose.

Diritto processuale civile e delle procedure concorsuali

Processo locatizio

Giuseppe Trisorio Liuzzi

Oggetto della presente voce è lo studio delle controversie in materia di locazione, controversie che dopo la riforma del 1990 sono state sottoposte ad un unico rito ed attribuite alla competenza di un unico giudice. Vengono così analizzati il procedimento a cognizione piena disciplinato nell’art. 447 bis c.p.c., il procedimento di rilascio di cui all’art. 30 legge dell’equo canone, i procedimenti sommari per convalida e per decreto ingiuntivo e l’esecuzione dei provvedimenti di condanna.

Diritto tributario

Ires

Mauro Beghin

L’IRES colpisce il reddito di alcune società e di alcuni enti con applicazione di un’aliquota fissa determinata, per il 2017, in misura pari al 24 per cento. Il problema della doppia tassazione dei redditi della società e dei redditi dei soci è stato risolto attraverso la previsione di una parziale esclusione da imposta per i dividendi. Al fine dell’applicazione di questo tributo, è determinate stabilire se la società o l’ente sia residente in Italia oppure all’estero. Sono altresì previste modalità di tassazione consolidate delle basi imponibili in presenza di “gruppi” di società.