Accra

    Enciclopedie on line
Accra

Accra Città del Ghana (1.981.000 ab. nel 2005; 3.350.000 ab. nel 2007, considerando l’intera agglomerazione urbana), capitale dello Stato, situata sulla costa sud-orientale del Golfo di Guinea, a ovest della foce del Volta. È il centro commerciale, industriale e culturale del paese (sede dell’università, di istituti di istruzione tecnica superiore, della Biblioteca centrale e del Museo nazionale). L’area metropolitana comprende quartieri diversi tra loro: accanto al nucleo centrale, con funzioni amministrative e commerciali, le zone residenziali e le bidonville, a NO un consistente agglomerato industriale, a E lo sviluppo programmato della nuova città portuale di Tema, ispirato ai più recenti piani regolatori urbani e regionali inglesi. La spinta per l’espansione e lo sviluppo economico di A. si è avuta nel 1960, con la proclamazione della Repubblica, e il ruolo di capitale politica. Caratterizzata da un ritmo di crescita eccezionalmente rapido, la città manifesta una sempre più notevole forza di concentrazione rispetto alla popolazione e alle attività economiche dell’intero paese. Nel suo agglomerato si trova una buona parte delle industrie del paese, nei settori alimentare, chimico-farmaceutico, elettromeccanico, tessile, calzaturiero, metallurgico, del cemento, della lavorazione del tabacco. A Tema, tra i principali porti del paese e importante centro industriale, opera un impianto di raffinazione del petrolio. Dal 1978 è in funzione una diga per l’approvvigionamento idrico di Accra. Dalla città partono una serie di collegamenti stradali e ferroviari, in particolare verso Kumasi e Tema; da segnalare, inoltre, la presenza dell’aereoporto internazionale. Nel 1958 ad A. si tenne la I Conferenza Panafricana.

Foto su Accra

Approfondimenti

Accra > Dizionario di Storia (2010)

Accra Capitale e principale metropoli del Ghana, sulla costa S-E (Greater A. region). Centro della popolazione gã e sede del gã mantse (re), comprende vari insediamenti storici (A. o Gã Mashie, La, Osu ecc.). Il nome A. (forse da nkran, «termi... Leggi

ACCRA > Enciclopedia Italiana (1929)

ACCRA (A. T., 109-110-111). - Città capoluogo della colonia inglese della Costa d'Oro (Gold Coast), sul Golfo di Guinea, a 5°31' di latit. N. e a 0°12' di long. O. Il suo nome deriva dalla parola N'krân, con la quale veniva denominata la tribù che un... Leggi

Argomenti correlati

Chennai

Chennai Città dell’India (fino al 1996 Madras; 4.216.268 ab. nel 2006; 7.850.000 ab. nel 2007 considerando l’intera agglomerazione urbana), capitale dello Stato di Tamil Nadu; situata nella penisola del Deccan, sul Golfo del Bengala. Il massiccio incremento della popolazione è dovuto al forte afflusso di immigrati che, in massima parte, si sono insediati in forme spontanee nelle zone libere situate oltre i quartieri periferici, determinando in tal modo l’allargamento della città sul territorio

Kumasi

Kumasi Città del Ghana (627.600 ab. nel 2002; 1.500.000 ab. nel 2007 considerando l’intera agglomerazione urbana), capoluogo della regione dell’Ashanti. Sorge su un altopiano collinare a 220 km dalla costa. È formata da vari quartieri con funzioni distinte (residenziale, commerciale, universitaria). Centro commerciale con funzioni di ridistribuzione di cacao, largamente coltivato nella regione circostante, e altre produzioni dell’agricoltura e dell’allevamento. Possiede industrie alimentari e tessili.

Salvador

Salvador Città del Brasile (2.891.440 ab. nel 2007; 3.650.000 ab. stimati nel 2009, considerando l’intera agglomerazione urbana), capitale dello Stato di Bahia, sulla costa atlantica. Sorge su una penisola (Capo Sant’Antonio) a E della grande Baía de Todos os Santos. Nella grande insenatura sfocia il Rio Paraguaçu. La città, costruita su vari piani, è divisa in bassa e alta: la prima (Praya), lungo il mare, è la zona portuale e commerciale; la città alta è quella degli uffici governativi, degli istituti scientifici, delle chiese, dei conventi, dei quartieri residenziali

Harare

Harare Città capitale dello Zimbabwe (fino al 1981 Salisbury; 1.444.534 ab. nel 2002; 2.175.000 ab. nel 2007 considerando l’intera agglomerazione urbana). Situata a 1470 m s.l.m. nell’alto bacino del Mazoe, ha impronta tipicamente inglese, costituita da un nucleo centrale con pianta a scacchiera, parchi e viali alberati, al di là del quale si sono sviluppati i quartieri residenziali satelliti. Centro finanziario e commerciale, è sede di industrie meccaniche, chimiche, tessili, del cemento e del tabacco e di una centrale termoelettrica

Invia articolo Chiudi