Piò, Angelo Gabriello

Enciclopedie on line

Piò, Angelo Gabriello. - Scultore (Bologna 1690 - ivi 1770), allievo a Bologna di A. Ferreri (1711-12) e poi, dal 1718, a Roma di C. Rusconi. Esponente del rococò emiliano, usò soprattutto lo stucco e la terracotta. Notevoli tra le sue opere: Fortezza e Prudenza, Bologna, palazzo Gozzadini; Orazione nell'orto, San Giovanni in Persiceto, chiesa arcipretale; Memoria funebre del Generale Marsili, 1733, Bologna, San Domenico. Allievo e collaboratore del padre fu il figlio Domenico (Bologna 1715 - ivi 1799).

Argomenti correlati

Pròspero Bresciano (propr. P. Antichi)

Pròspero Bresciano (propr. P. Antichi). - Scultore bresciano, attivo a Roma nel sec. 16º (notizie fino al 1592). È altra persona dal pittore Prospero Bresciano attivo a Venezia nello stesso secolo. La sua produzione, per lo più in terracotta e stucco

Brunèlli, Gabriello

Brunèlli, Gabriello. - Scultore, plasticatore, stuccatore (Bologna 1615 - ivi 1682), allievo di A. Algardi a Roma. Lavorò alla decorazione di chiese e palazzi a Bologna, Modena, Verona.

Rush ‹rḁš›, William

Rush ‹rḁš›, William. - Scultore (Filadelfia 1756 - ivi 1833). Noto esponente del Neoclassicismo, traendo ispirazione da modelli greci, realizzò abilmente eleganti figure intagliate nel legno (Tragedia, 1808, Filadelfia, The Pennsylvania academy of fi

Madèrno, Stefano

Madèrno, Stefano. - Scultore (Bissone 1576 circa - Roma 1636); a Roma, dove iniziò la sua attività come restauratore di statue antiche, lavorò soprattutto per Paolo V, per il quale eseguì sculture nella Cappella Pao

Invia articolo Chiudi