Césari, Antonio

Césari, Antonio

Enciclopedie on line

Césari ‹-ʃ-›, Antonio. - Letterato (Verona 1760 - Ravenna 1828). Sacerdote, dedicò la sua vita agli studi letterarî e all'esercizio esemplare del suo ministero. Ebbe fama e autorità come capo dei "puristi", come, cioè, il più attivo e convinto propugnatore del ritorno alla lingua del Trecento (non esclusi riboboli, arcaismi, ecc.), in opposizione alla "corruzione" della lingua per l'influsso della cultura straniera. Tra il 1800 e il 1811 ripubblicò a Venezia il Dizionario della Crusca aggiungendovi parecchie migliaia di voci tolte da antichi testi. E la sua dottrina, esposta in parecchi scritti (Dissertazione sullo stato presente della lingua italiana, 1810; Le Grazie, dialoghi, 1813, ecc.), applicò in tutte le sue innumerevoli opere, dalle rime alle traduzioni (Imitazione di Cristo, 1785, Fatti degli Apostoli, 1821; da classici latini, ecc.), dalle Novelle ai dialoghi (Bellezze della Commedia di Dante Alighieri. Dialoghi d'Antonio Cesari, 4 voll., 1824-26), prolisso commento continuo, non privo però di acute e fini osservazioni. Combatterono l'esagerazione della sua teoria V. Monti, G. Perticari, il p. F. Villardi.

Pubblicità

Categorie

Altri risultati per Césari, Antonio

  • CESARI, Antonio
    Dizionario Biografico degli Italiani - Volume 24 (1980)
    Nacque a Verona il 16 (secondo i biografi; ma il 17 secondo una sua testimonianza in Lettere, a c. di G. Manuzzi, II, p. 236) genn. 1760 da Pietro, "primo scritturale" di un mercante di seterie, e da Domenica Nadalini, che morì quando egli aveva nove anni. La famiglia paterna era oriunda di Lucca (Guidetti, ...
  • Cesari, Antonio
    Enciclopedia Dantesca (1970)
    L'esegesi dantesca del Cesari, Antonio (Verona 1760 - Ravenna 1828) s'inserisce in quel più vasto disegno di restauro linguistico cui mirava il suo programma purista. Pubblicata infatti l'edizione veronese della Crusca (1806), il Cesari, Antonio sentì il bisogno di illustrare e documentare sui testi ...
  • CESARI, Antonio
    Enciclopedia Italiana (1931)
    Nato a Verona il 16 gennaio 1760 di famiglia assai numerosa (egli era il secondo di dieci figli) e non ricca, entrò giovinetto nella congregazione di S. Filippo Neri, e quando questa fu disciolta nel 1810, continuò a esercitare con molto zelo il ministero sacerdotale, e specialmente la predicazione, ...