Aquisgrana

Enciclopedie on line
Aquisgrana
Indice

Aquisgrana Città (247.000 ab. nel 1993) della Germania, nella Renania Settentr.-Vestfalia, situata al confine con il Belgio e i Paesi Bassi, a 174 m. s. m. nella valle del f. Würm. È sede di importanti attività manifatturiere nei settori tessile, meccanico, elettromeccanico, alimentare e dell'arredamento. Intense le attività culturali; numerosi istituti d'istruzione tecnica (università).

storia

La città, di non molta importanza sotto i romani, fu occupata nel 400 circa d. C. dai franchi ripuari; divenuta dominio dei Carolingi, questi la prescelsero spesso come loro residenza (Carlo Magno) e come sede d'importanti assemblee imperiali; ebbe notevoli privilegi da Federico I (1166) e Federico II (1215), che ne fecero un vivace centro di commerci e (dal 1359) di grandi fiere annuali. Nella cappella palatina s'incoronarono i sovrani franchi e tedeschi sino a Ferdinando I (1531). Ad A. si sono svolti importanti concili e diete, e vi sono stati ratificati storici trattati di pace: sono note come pace di A. quella firmata il 2 maggio 1668, che pose termine alla guerra di devoluzione condotta da Luigi XIV contro la Spagna, e quella del 18 ott. 1748 tra la Francia e la Spagna da una parte e l'Austria, l'Inghilterra e i Paesi Bassi dall'altra, che pose termine alla guerra di successione austriaca. Nel 1818 vi si è tenuto il congresso durante il quale le potenze della Santa Alleanza accettarono di allontanare dal territorio francese l'armata che vi stanziava in seguito al 2° trattato di Parigi (1815), e, di fatto, fecero rientrare la Francia di Luigi XVIII nel concerto europeo. Centro di lotte religiose nell'età della Riforma,  nel 1792 e dal 1794 al 1814 fu possesso francese. Nel 1815 passò alla Prussia. Distrutta per il 60% circa durante la seconda guerra mondiale, molti dei suoi monumenti sono stati in seguito restaurati. Dal 1950 A. assegna il premio Carlo Magno a personalità benemerite dell'unità europea. 

arte

Tra i monumenti il maggiore è il duomo, uno dei più celebri edifici sacri della Germania e luogo in cui sono conservate preziose testimonianze artistiche, il cui nucleo è costituito dalla cappella palatina fatta costruire (796-805) da Carlo Magno. Sul luogo del palazzo di Carlo Magno fu eretto il municipio (14° sec.; Granusturm del periodo carolingio con successive modificazioni). Nel 1958 il palazzo Monheim, costruito nel 1786, è stato adattato per ospitare le raccolte superstiti del Couven-Museum. Nel Museo Suermondt-Ludwig importante raccolta di sculture (13°-18° sec.), di quadri fiamminghi e olandesi, di antichità medievali e bizantine e di arte contemporanea.

Foto su Aquisgrana

Approfondimenti

AQUISGRANA > Federiciana (2005)

AquisgranaDue motivi indussero Federico II a recarsi ad Aquisgrana per cercare l'appoggio della città: tutti i sovrani dell'Impero medievale dovevano farsi ungere, incoronare (rex Romanorum) e intronizzare dall'arcivescovo di Colonia (Decretal... Leggi

AQUISGRANA > Enciclopedia Italiana (1929)

AQUISGRANA (lat. Aquae Grani, dal nome d'un dio celtico; ted. Aachen, antico dativo plurale; fr. Aix-la-Chapelle, per la cappella costruitavi da Carlomagno; A. T., 53, 54,55). - È capoluogo d'uno dei cinque distretti della Provincia renana (Rheinprov... Leggi

AQUISGRANA > Enciclopedia Italiana - II Appendice (1948)

AQUISGRANA (III, p. 812). - La città ha subito durante la seconda Guerra mondiale danni gravissimi, che hanno distrutto, in tutto o in parte, circa il 45% dell'abitato. I suoi cittadini, che erano 159.631 nel maggio 1939, sono scesi a 110.168 nell'ot... Leggi

AQUISGRANA > Enciclopedia dell' Arte Medievale (1991)

AQUISGRANA (lat. Aquae Grani, Aquisgranum; ted. Aachen; franc. Aix-la-Chapelle)Città della Germania, nella Renania settentrionale-Vestfalia presso il confine belga e olandese. Sotto Carlo Magno si chiamava Aquisgranum l'insediamento, costituito a km ... Leggi

Argomenti correlati

Aquisgrana

Aquisgrana (ted. Aachen, fr. Aix-la-Chapelle) Città (258.770 ab. nel 2006) della Germania (Renania Settentrionale-Vestfalia), situata al confine con il Belgio e i Paesi Bassi, a 174 m s.l.m. Si è sviluppata soprattutto come città

Student ‹študènt›, Kurt

Student ‹študènt›, Kurt. - Generale tedesco (n. 1890 - m. Lemgo, Renania Settentr.-Vestfalia, 1978). Nella seconda guerra mondiale, comandante della 2a divisione paracadutisti, combatté nei Paesi Bassi, poi (1941) partecipò alla conquista di Creta. D

Nimega

Nimega (nederl. Nijmegen o Nijmwegen) Città dei Paesi Bassi, nella Gheldria. Corrisponde all’antico Noviomagus Batavorum, centro fortificato dei Batavi sulla destra del Reno. Distrutto nel 70 d.C. durante la rivolta di Giulio Civile, fu

Bonn

Bonn Città della Germania (314.299 ab. nel 2006), nella Renania Settentrionale-Vestfalia, situata sulla sinistra del Reno, tra Colonia e Coblenza, 75 km circa a S di Düsseldorf. Capitale della Repubblica Federale dal 1949 al 1991, periodo

Invia articolo Chiudi