Atmosfera

    Enciclopedia dei ragazzi (2005)

di Franco Foresta Martin

atmosfera

L'involucro gassoso della Terra

L'atmosfera è una sottile pellicola di gas che circonda il nostro pianeta, senza la quale non potrebbe esistere la vita sulla Terra. Nei suoi strati più bassi, quelli che contengono l'aria che respiriamo, hanno luogo i fenomeni meteorologici e le attività che cambiano il paesaggio terrestre. Man mano che si sale, invece, l'atmosfera si fa sempre più rarefatta.

Un miscuglio di gas necessari alla vita

Il nostro pianeta è circondato dall'atmosfera, un miscuglio di gas che si estende, a partire dal suolo, per circa 1.000 km, meno di un decimo del diametro terrestre. La parte più densa dell'atmosfera, quella dove si verificano i fenomeni meteorologici (meteorologia) e che contiene l'aria che respiriamo, arriva a circa 12 km d'altezza. Eppure, questo involucro così sottile ha un ruolo fondamentale nella formazione degli oceani, nel modellamento dei continenti, nello stabilirsi delle varie condizioni climatiche e nello sviluppo della vita. Esseri umani, animali e piante si servono dei gas dell'atmosfera che respirano per i processi metabolici, ma riemettono a loro volta sostanze che modificano in continuazione la sua composizione. L'uomo oggi contribuisce a modificare l'atmosfera soprattutto con i gas prodotti dalle attività industriali, con l'elevato consumo di energia, con i processi agricoli e zootecnici (clima).

Composizione chimica e struttura

Composizione. L'atmosfera è composta prevalentemente di azoto (78%) e di ossigeno (21%). Il restante 1% è costituito da gas come anidride carbonica (CO2), argon, neon, elio, cripto, idrogeno, xenon. In sospensione nell'atmosfera si trovano anche particelle di vapore acqueo, pulviscolo di origine sia terrestre sia spaziale e sostanze inquinanti prodotte dalle attività umane.

L'atmosfera non è sempre uguale, ma varia in relazione all'altezza. Anche se i confini non sono nettamente definiti, si possono distinguere cinque strati principali.

Troposfera. Va dal livello del suolo a 12 km di altezza. È lo strato più denso, quello che comprende circa i tre quarti della massa dell'intera atmosfera. Qui si concentra la maggior parte dei fenomeni atmosferici: formazione del vapor d'acqua, nuvole, precipitazioni, venti. A mano a mano che si sale le temperature scendono di circa 6,5 °C ogni chilometro di altezza, fino a raggiungere −60 °C, e diminuiscono anche le turbolenze meteorologiche. Per questo gli aerei civili compiono la maggior parte dei loro voli ad altezze attorno ai 10 km.

Stratosfera. Va da 12 a 45 km. È una zona priva di turbolenze meteorologiche, anche se sono presenti veloci correnti a getto animate da moti orizzontali. Tra i 15 e i 25 km si concentra la fascia dell'ozono, un gas le cui molecole sono formate da tre atomi di ossigeno e che ha la capacità di fare da schermo protettivo della Terra bloccando la parte più nociva dei raggi solari ultravioletti.

Mesosfera. Va da 45 a 90 km. Qui l'aria è sempre più rarefatta e fredda, fino a toccare i −90 °C, ma in questo strato riescono comunque a formarsi sottili nubi di particelle congelate visibili di notte, quando sono illuminate obliquamente dai raggi solari.

Termosfera o ionosfera. Va da 90 a 400 km. A causa dell'esposizione alle radiazioni solari, qui le temperature risalgono fino a raggiungere un migliaio di gradi. Si formano numerosi strati carichi di elettricità che hanno il potere di riflettere come uno specchio le onde radio trasmesse dalle stazioni terrestri ed è grazie a questo fenomeno che si possono realizzare le comunicazioni radio a grandi distanze. La densità è un milione di volte più bassa rispetto alla troposfera.

Esosfera. Va da 400 a oltre 1.000 km. È la zona di passaggio fra l'atmosfera e lo spazio interplanetario, dove le residue particelle dell'atmosfera terrestre si mescolano a quelle provenienti dal Sole. Qui orbitano i satelliti artificiali che si muovono attorno alla Terra.

Nata insieme alla Terra

L'atmosfera ha avuto origine dai gas sviluppatisi durante la formazione del nostro pianeta, quando i blocchi di materia della nebulosa solare si scontravano e si aggregavano per effetto della forza di gravità. È stata sempre questa forza a trattenere i gas attorno alla Terra, anche se l'atmosfera di oggi è diversa da quella primordiale: l'hanno modificata i processi chimici indotti dalla radiazione solare e dagli esseri viventi.

Approfondimenti

ATMOSFERA > Enciclopedia Italiana - I Appendice (1938)

ATMOSFERA (V, p. 229). - L'alta atmosfera. - L'atmosfera viene comunemente divisa in due parti: troposfera e stratosfera, nella prima delle quali la temperatura diminuisce con l'altezza fino a circa - 55° raggiunti ad 11 km. (almeno nelle nostre lati... Leggi

ATMOSFERA > Enciclopedia Italiana (1930)

ATMOSFERA (dal gr. ¿tµ¿¿ "aria", e s¿a¿¿a "sfera"). - Involucro gassoso che circonda la Terra e che, sotto l'azione della gravità, è trascinato, almeno per la maggior parte della sua massa, nel movimento di rotazione e in quello di rivoluzione del pi... Leggi

ATMOSFERA > Enciclopedia Italiana - III Appendice (1961)

ATMOSFERA (V, p. 229; App. I, p. 182; II, 1, p. 304). - Lo studio dell'a. negli ultimi anni si è avvalso in modo particolare della nuova tecnica dell'invio fino alle più alte quote di appropriati mezzi vettori (razzi e satelliti artificiali) che reca... Leggi

ATMOSFERA > Enciclopedia Italiana - V Appendice (1991)

ATMOSFERA(V, p. 229; App. I, p. 182; II, I, p. 304; III, I, p. 167)Oltre che al naturale progresso delle conoscenze conseguente al continuo affinarsi e moltiplicarsi dei mezzi di osservazione, particolare rilievo, tra le recenti acquisizioni della fi... Leggi

Argomenti correlati

Urano

Urano (gr. Οὐρανός) mitologiaDivinità greca, rimasta solo nel mito. Secondo Esiodo è figlio e sposo di Gaia, con la quale genera le categorie divine primordiali, alcune delle quali di natura mostruosa (Ciclopi, Ecatonchiri). U. occulta i figli, man mano che nascono, nelle viscere della terra, finché il più giovane dei Titani, Crono, doma il padre, lo mutila dei genitali (dai quali nasce Afrodite) e prende il suo posto. astronomia Settimo pianeta del Sistema solare, in ordine di distanza dal Sole. 1. EsplorazioneU

Titano

Titano Il maggior satellite di Saturno e il secondo in ordine di grandezza, dopo Ganimede, dell’intero Sistema solare. Fu scoperto da C. Huygens nel 1655. Ha diametro di 5150 km, massa di 1,4∙1023 kg e densità di 1,9 g/cm3. Il semiasse maggiore dell’orbita misura 1.222.000 km, il periodo di rivoluzione è di 15,94 giorni. La sua superficie ha una riflettività di circa il 20%. Dal valore della densità media si desume che esso consista per oltre il 60% di ghiaccio e per la parte residua di materiali rocciosi. T

Chemosfera

chemosfera Regione dell’atmosfera terrestre in cui si verificano reazioni fotochimiche. Inizia da circa 20 km d’altezza e per alcuni sarebbe limitata alle regioni della troposfera e mesosfera, inclusa la parte più bassa della termosfera (fino a circa 150 km), per altri comprenderebbe tutta la restante parte di atmosfera.

Mesopausa

mesopausa Nell’atmosfera terrestre, zona di separazione, a circa 85 km di quota, tra mesosfera e termosfera.

Invia articolo Chiudi