Caparra

    Enciclopedie on line

Caparra

Somma di denaro o di altre cose fungibili che, nei contratti con prestazioni corrispettive, una parte dà all’altra al momento della conclusione del contratto. La vera e propria caparra (caparra confirmatoria) ha la funzione di rafforzare il contratto e di risarcire il danno in caso di inadempimento. Se inadempiente è la parte che ha dato la caparra, l’altra può recedere dal contratto, ritenendo la caparra; se inadempiente è, invece, la parte che l’ha ricevuta, l’altra può recedere dal contratto ed esigere il doppio della caparra. Se però la parte che non è inadempiente preferisce domandare l’esecuzione o la risoluzione del contratto, il risarcimento del danno è regolato dalle norme generali (art. 1285 c.c.).

Caparra penitenziale. - Anche detta arra penitenziale o multa penitenziale, si ha nel caso in cui nel contratto sia previsto il diritto di recesso per una o per entrambe le parti mediante il pagamento di una determinata somma; in questo caso la caparra ha la sola funzione di corrispettivo del recesso e colui che recede perde la caparra data o deve restituire il doppio di quella ricevuta (art. 1286 c.c.).

Voci correlate

Contratto

Garanzia. Diritto civile

Recesso

Approfondimenti

CAPARRA > Enciclopedia Italiana (1930)

CAPARRA (dal lat. capere arrham "ricevere un'arra"; fr. arrhes; sp. arras; ted. Draufgeld; ingl. earnest money). - È la prestazione di una cosa come segno della conclusione di un contratto. Questa prestazione nella maggior parte dei casi è una somma ... Leggi

Argomenti correlati

Ingiunzióne

ingiunzióne Ordine perentorio impartito dall'autorità giurisdizionale o amministrativa su domanda del creditore di una somma di denaro o di una quantità di cose fungibili (sostituibili con altre dello stesso genere) o di chi ha diritto alla consegna di una cosa determinata. L'i. di pagamento o consegna è rivolta dal giudice competente al soggetto obbligato, come previsto dal codice di procedura civile.

Vendita

VenditaContratto a prestazioni corrispettive che ha per oggetto il trasferimento della proprietà di una cosa o il trasferimento di un altro diritto verso il corrispettivo di un prezzo. Nel diritto italiano la vendita (artt. 1470 ss. c.c.) è normalmente un contratto a effetti reali in quanto il consenso manifestato tra le parti è sufficiente a trasferire immediatamente il diritto di proprietà sulla cosa: può tuttavia pattuirsi che il trasferimento sia differito a un momento successivo alla conclusione del contratto (cosiddetta vendita con effetti obbligatori)

Contratto di agenzia

Contratto di agenzia È il contratto con il quale una parte, detta agente, assume stabilmente l’incarico di promuovere per conto dell’altra, detta preponente, verso retribuzione (provvigione), la conclusione di contratti in una zona determinata (art. 1742-1753 c.c.). Il contratto di agenzia deve essere provato per iscritto e ciascuna parte ha diritto a ottenere una copia del contratto e delle clausole aggiuntive sottoscritte. Normalmente il contratto prevede un diritto reciproco di esclusiva per la zona prefissata (art. 1743 c.c

Sconto

sconto In tecnica bancaria, contratto con il quale una parte corrisponde all’altra parte, contro cessione di un credito o consegna di un titolo di credito, una somma equivalente all’ammontare del credito o del valore del titolo ridotta dell’interesse sino al giorno della scadenza.Nel linguaggio di borsa, diritto di s., facoltà concessa al compratore a termine di titoli di chiedere la consegna degli stessi prima della scadenza del termine mediante l’immediato pagamento del prezzo stabilito.In economia, la manovra dello s., che consiste nella variazione del saggio ufficiale di s

Invia articolo Chiudi