Cerambice

Enciclopedie on line

ceràmbice Insetti Coleotteri caratterizzati dal corpo allungato e da antenne ricurve molto lunghe; presentano grande varietà di colori. Alcune specie raggiungono grandi dimensioni (ca. 17 cm). Le larve vivono nel legno, di cui si nutrono, mentre gli adulti si cibano di foglie o di linfa. In agricoltura sono dannosi il c. del ciliegio (Saperda scalaris) e il c. del nocciolo (Oberea linearis).

Argomenti correlati

Stafilinidi

Stafilinidi Grande famiglia di Insetti Coleotteri Polifagi, con circa 20.000 specie; hanno corpo allungato, elitre brevi, che lasciano scoperta gran parte dell’addome, ma nascondono spesso due lunghe ali, ripetutamente piegate (v. fig.). Si tr

Tipulidi

Tipulidi Grande famiglia di Insetti Ditteri Nematoceri; simili a zanzare molto grosse (v. fig.), non sono ematofagi e non pungono; hanno corpo allungato, antenne e zampe anche molto lunghe, che si staccano facilmente per autotomia. Le larve vivono i

Leptinidi

Leptinidi Famiglia di Coleotteri Polifagi. Comprende poche specie, che hanno antenne lunghe, ali e occhi ridotti, corpo appiattito di piccole dimensioni. Vivono in tane di Mammiferi, nel suolo e nelle grotte, in legni marcescenti, nei nidi degli Ime

Pselafidi

Pselafidi Grande famiglia di Insetti Coleotteri Polifagi, i cui rappresentanti sono molto piccoli, di colore rossastro o giallastro, con varietà di forme, specialmente le antenne e i palpi. Si raggruppano in due sottofamiglie: Pselafini e Clavigerin

Invia articolo Chiudi