CHIONIDI

CHIONIDI

Enciclopedia Italiana - I Appendice (1938)
di Alessandro Ghigi

CHIONIDI (lat. scient. Chionides). - Uccelli appartenenti all'ordine Charadriiformes che formano un gruppo di poche specie riunite generalmente nei generi Chionis Forster e Chionarcus Kidder e Coues. Presentano becco breve e ricurvo, con placca cornea superiore che copre le narici; collo e tronco brevi; tre dita anteriori riunite alla base da membrana, dito posteriore sopraelevato, colore dominante delle penne chiaro. I Chionidi depongono nei crepacci delle rocce da una a tre uova piriformi e macchiate, dalle quali schiudono piccoli provvisti di piumino. Questi uccelli abitano le regioni antartiche, le parti meridionali dell'America Meridionale e in particolare la terra di Kerguelen, le isole Marion e Principe Eduardo (Chionis minor Hartl). I Chionidi molesterebbero gli altri uccelli e specialmente i pinguini dei quali divorerebbero le uova e s'impadronirebbero del cibo destinato ai piccoli. Secondo i racconti dei viaggiatori che si sono recati sulle scogliere e sulle isole dove si trovano questi uccelli, essi sono di indole confidente e curiosa e si lasciano facilmente avvicinare, analogamente a quanto accade nel caso di molti altri uccelli appartenenti a gruppi diversi e di abitudini acquatiche, che si riducono in grandi masse sugli scogli e sulle isole sperdute nel mare per nidificarvi.