Collòide

    Enciclopedie on line

collòide In chimica, sistema costituito dalla dispersione di una sostanza colloidale solida (S), liquida (L) o gassosa (G) (fase dispersa) in un'altra (fase disperdente), anch'essa allo stato solido, liquido o gassoso (➔ colloidale, stato).

Approfondimenti

Colloide > Dizionario delle Scienze Fisiche (1996)

collòide [Comp. di colla e -oide "simile a colla"] Sistema ottenuto mediante dispersione di una sostanza solida, liquida o gassosa, detta fase dispersa, in un'altra, detta fase disperdente, che può essere anch'essa solida, liquida o gassosa. La... Leggi

Colloide  > Dizionario di Medicina (2010)

colloide Sostanza gelatinosa, di aspetto omogeneo, presente nell’interno dei follicoli della ghiandola tiroide. La c. contiene l’ormone tiroideo tiroxina, legato a una proteina del tipo delle globuline a formare la tireoglobulina, che rap... Leggi

Argomenti correlati

Sol

sol In chimica-fisica, sistema colloidale in cui la fase dispersa è solida mentre quella disperdente è, generalmente, liquida. I s. sono definiti mono- o poli-dispersi a seconda che le dimensioni delle particelle solide siano tutte uguali o no. A seconda della natura chimica della fase disperdente, inoltre, si hanno idrosol, organosol ecc.Notevole importanza hanno assunto nel campo della preparazione dei materiali i metodi s.-gel, basati sul passaggio di un sistema dallo stato di s. allo stato di gel (transizione s.-gel)

Schiuma

schiuma Aggregato instabile di bolle d’aria che si forma alla superficie di un liquido, quando venga agitato o fatto bollire.In chimica, sistema eterogeneo costituito da una fase disperdente liquida e una fase dispersa gassosa.Nella tecnica, la formazione di s. a volte viene favorita e a volte viene combattuta. Si cerca di evitarla perché può produrre la fuoriuscita o il trascinamento di liquidi nelle caldaie, negli evaporatori ecc., o perché può portare alla formazione di strati discontinui o porosi nelle vernici ecc. Si può limitare la formazione di s

Colloidale, stato

colloidale, stato Stato di aggregazione caratteristico, distinto dalle soluzioni e dalle sospensioni: una sostanza è in tale stato quando è dispersa in un’altra sostanza sotto forma di particelle generalmente amorfe, di dimensioni comprese approssimativamente fra 10–5 e 10–7 cm, corrispondenti a raggruppamenti di 103-109 atomi, non visibili al microscopio (al contrario delle sostanze in sospensione), che diffondono molto lentamente attraverso membrane porose. Il termine colloide fu introdotto dal chimico inglese T

Gel

gel Sistema colloidale, di apparenza simile a un solido elastico, costituito da due fasi, una liquida, in quantità di gran lunga prevalente, e una solida, presente in concentrazione generalmente non eccedente l’1-2%. Al contrario del sol, che assume la forma del recipiente che lo contiene, il g. ha forma propria. Il passaggio da sol a g. è detto gelatinizzazione (o gelificazione o gelazione)

Invia articolo Chiudi