Comacchio

Comacchio

Enciclopedie on line

Comacchio Comune della prov. di Ferrara (284 km2 con 23.128 ab. nel 2008), nella regione litoranea emiliana. Sorta originariamente su isole nella zona del delta padano, solo nel 1821 fu riunita a Ostellato con una strada su argini. La bonifica della valle Isola ha trasformato progressivamente il paesaggio lagunare, colmando vari canali, anche nel centro, per dare luogo a vie e piazze; pur tuttavia ancora molti solcano l’abitato, costituendone un elemento caratteristico. C. è centro di svariate industrie derivate dalla pesca, specialmente delle anguille, nelle adiacenti valli; per la graduale bonifica di queste si aggiungono ora i prodotti agricoli dei nuovi comprensori. Da segnalare anche le saline, a SE, lungo la strada per Porto Garibaldi. Lungo il tratto di litorale adriatico che rientra nel territorio comunale si è verificato un forte sviluppo turistico, con la formazione di importanti centri balneari.

Durante le invasioni barbariche del 5° sec., C. divenne uno dei principali luoghi di rifugio degli abitanti della pianura padana. Distrutta nel 946 dai Veneziani alleati di Ottone I, si organizzò a libero comune nell’11° sec.; passo sotto Ravenna (1254), gli Estensi (1299) e Stato della Chiesa (1598).

Per le Valli di Comacchio ➔ Comacchio, Valli di

Pubblicità

Categorie

Altri risultati per Comacchio

  • COMACCHIO
    Enciclopedia Italiana (1931)
    (A. T., 24-25-26). - Città della provincia di Ferrara, che sorge (i m. s. m.) in mezzo alla laguna omonima (le "valli", v. sotto) tra il Po di Volano e il Po di Comacchio, sopra un gruppo d'isolette separate da canali e congiunte da ponti, a somiglianza di Venezia e di Chioggia. Gli abitanti del suo ...