Controstampa

    Enciclopedie on line

controstampa Impressione che una stampa fresca lascia sopra un foglio posto a contatto con essa, specularmente invertita rispetto alla stampa e quindi riproducente la matrice.

Nell’arte incisoria, se si applica un foglio di carta bagnata sopra la prova ancora umida di un’incisione e si ripassa questa sotto il torchio, si ottiene la c. della prova, o controprova, la quale riproduce il disegno quale fu inciso sulla lastra di rame o di altro metallo o di legno o di pietra; la c. serve perciò al ritocco e al completamento o correzione dell’originale senza che sia necessario ricorrere allo specchio.

Argomenti correlati

Tipografia

tipografia Il sistema di stampa diretta, che si esegue mediante una forma a rilievo, composta con caratteri mobili (tipi). È il sistema di stampa più antico, che lascia l’impronta sul supporto (carta ecc.) inchiostrando preventivamente gli elementi in rilievo, e poi applicandoli a pressione sul supporto stesso.L’arte tipografica ebbe fioritura e fortuna a partire dagli inizi dell’età moderna nell’Occidente europeo. L’invenzione dei caratteri mobili (1450) è fatta risalire all’orefice di Magonza J

Monotipo

monotipo Stampa, tirata in un unico esemplare, di un disegno eseguito dall’artista su una lastra metallica con inchiostro calcografico o anche con colori a olio, e trasportato sul foglio di carta mediante pressione del torchio.

Rilievografia

rilievografia Procedimento di stampa che usa una matrice di acciaio in incavo riscaldata, per cui si ottiene, oltre all’impressione in inchiostro, anche una deformazione della carta con effetto di rilievo. La tecnica è simile a quella della calcografia, ma la stampa è ottenuta simultaneamente a una controimpressione.

Fotolitografia

fotolitografia Riproduzione, su pietra o su foglio metallico, di matrici per stampa di immagini o scritti mediante il riporto fotografico su uno strato di gelatina sensibile alla luce, usata nel processo di stampa offset. Il testo originale, secondo il metodo di riporto scelto, può essere sviluppato in negativo o in positivo. In microelettronica, processo tecnologico usato per riprodurre su substrati le geometrie rappresentate su maschere. Tale riproduzione è effettuata sovrapponendo una sottile lamina di gelatina fotosensibile (photoresist) al substrato stesso e procedendo all’illuminazione.

Invia articolo Chiudi