Crésti, Domenico, detto il Passignano

Crésti, Domenico, detto il Passignano

Enciclopedie on line

Crésti, Domenico, detto il Passignano. - Pittore (Passignano, Tavarnelle Val di Pesa, 1559 - Firenze 1638). Deve la sua formazione a F. Zuccari, col quale lavorò a Firenze (1575-79) e a Roma (1579-81) e che seguì anche a Venezia (1582-89). Attivo, oltre che a Firenze, a Lucca, Livorno e Roma (1602-16), elaborò un linguaggio pittorico di grande semplicità e chiarezza narrativa, che fonde colore veneto e disegno toscano e accoglie a volte suggestioni caravaggesche. Tra le sue opere: affreschi nella capp. di S. Giovanni Gualberto, in S. Trinita a Firenze (1593-94); S. Girolamo dirige la costruzione di un monastero, in S. Giovanni dei Fiorentini a Roma (1599); Natività della Vergine, nella chiesa dell'Impruneta (1602); decorazione della capp. Barberini in S. Andrea della Valle e della sagrestia adiacente alla capp. Paolina in S. Maria Maggiore a Roma; Michelangelo presenta il modello di S. Pietro, in Casa Buonarroti a Firenze (1618).

Pubblicità

Categorie

Altri risultati per Crésti, Domenico, detto il Passignano

  • CRESTI, Domenico, detto il Passignano
    Dizionario Biografico degli Italiani - Volume 30 (1984)
    Figlio di Michele, nacque a Passignano fraz. di Tavarnelle Val di Pesa, presso Firenze nel gennaio 1559 (Nissman, Disegni..., 1979, p. 83). A detta del Baldinucci (1681-1728), primi maestri furono a Firenze, dove venne inviato a fare il suo tirocinio, G. Macchietti e G. B. Naldini esponenti della cultura ...
  • PASSIGNANO, Domenico Cresti di Michele, detto il
    Enciclopedia Italiana (1935)
    Pittore, nato circa il 1560 a Passignano (Firenze), morto a Firenze nel 1636. Studiò pittura prima con Girolamo Macchietti e G.B. Naldini, poi con Federigo Zuccari, di cui fu aiuto negli affreschi della cupola del duomo fiorentino (1574-79), e nel 1580 a Roma, in decorazioni ora perdute. Con lo Zuccari ...