Criteri di collegamento. Diritto internazionale privato

    Enciclopedie on line

Criteri di collegamento. Diritto internazionale privato
Le norme di diritto internazionale privato individuano l’ordinamento straniero al quale rinviare per la disciplina di fatti e rapporti che presentano elementi di estraneità rispetto all’ordinamento nazionale, attraverso l’indicazione di una o più circostanze inerenti al fatto da regolare. Tali circostanze sono definite criteri di collegamento (tra il fatto o rapporto da regolare e un dato ordinamento straniero).
Le norme contenute nella l. 218/1995, che ha riformato il sistema italiano di diritto internazionale privato, utilizzano vari criteri di collegamento. Tra questi: la cittadinanza; il domicilio e la residenza, in relazione ad apolidi e rifugiati, forma del matrimonio, forma del testamento (Successione a causa di morte. Diritto internazionale privato), responsabilità extracontrattuale per danno da prodotto; il luogo di situazione della cosa (Diritti reali. Diritto internazionale privato); la volontà manifestata dalle parti circa l’individuazione della legge applicabile ai contratti.
Altre norme di diritto internazionale privato, contenute nel codice della navigazione, prevedono il criterio di collegamento della nazionalità della nave o dell’aeromobile. Gli atti e i fatti compiuti a bordo di una nave o di un aeromobile nel corso della navigazione in luogo o spazio soggetto alla sovranità di uno Stato estero sono regolati dalla legge nazionale della nave o dell’aeromobile. Alla nazionalità della nave si ricollegano anche: i diritti reali e di garanzia su navi e aeromobili, la responsabilità dell’armatore e dell’esercente, i poteri e i doveri del comandante, il contratto di lavoro (salva diversa volontà delle parti), i contratti di utilizzazione di navi e aeromobili, la contribuzione alle avarie comuni, le obbligazioni derivanti da urto di navi o di aeromobili, da assistenza, salvataggio e recupero, la competenza giurisdizionale.

Voci correlate
Rinvio. Diritto internazionale privato

Argomenti correlati

Cittadinanza. Diritto internazionale privato

Cittadinanza. Diritto internazionale privato Nel diritto internazionale privato la cittadinanza costituisce un criterio di collegamento giuridico e soggettivo (Criteri di collegamento. Diritto internazionale privato). Le norme italiane relative ai conflitti di legge (l. 218/1995, di riforma del sistema di diritto internazionale privato) utilizzano il criterio della cittadinanza per identificare l’ordinamento straniero cui rinviare nei seguenti casi: giurisdizione volontaria, rapporti patrimoniali tra i coniugi (Matrimonio

Collegamento

collegamento diritto Le norme di diritto internazionale privato individuano l’ordinamento straniero al quale rinviare per la disciplina di fatti e rapporti che presentano elementi di estraneità attraverso l’indicazione di una o più circostanze inerenti al fatto da regolare. Tali circostanze sono definite criteri di c. (tra il fatto o rapporto da regolare e un dato ordinamento straniero). Le norme contenute nella l. 218/1995 utilizzano vari criteri di c., come la cittadinanza (per es

Donazione. Diritto internazionale privato

Donazione. Diritto internazionale privato Nell’ordinamento italiano, il regime di diritto internazionale privato delle donazioni è stabilito dalla legge 218/1995, n. 218 (“Riforma del sistema italiano di diritto internazionale privato”), all’art. 56. Tale articolo detta un criterio di collegamento generale (Criteri di collegamento

Istituto internazionale per l’unificazione del diritto privato

Istituto internazionale per l’unificazione del diritto privatoL’Istituto internazionale per l’unificazione del diritto privato (UNIDROIT) è un’organizzazione internazionale con sede a Roma. Istituito nel 1926 dalla Società delle Nazioni, l’UNIDROIT ha continuato a operare sulla base di un accordo multilaterale anche dopo l’estinzione di tale Organizzazione. Attualmente conta 63 Stati membri dei cinque continenti, con differenti sistemi giuridici, economici e politici

Invia articolo Chiudi