Villanoviana, cultura

Enciclopedie on line

villanoviana, cultura Civiltà della prima Età del Ferro, diffusa in area emiliana e tirrenica, il cui nome deriva dal centro di Villanova (Bologna), dove l'archeologo G. Gozzadini (1810-1887) scoprì (1853) il primo gruppo di tombe a essa attribuibile. Preceduta a sua volta alla fine dell'Età del Bronzo dalla cd. civiltà protovillanoviana, nella fase più antica (900-820 a.C.) la c.v. è caratterizzata dalla prevalenza dell'incinerazione in tombe a pozzetto, sostituita poi (820-770 a.C.) dall'inumazione in tombe a fossa. La graduale apertura a contatti e scambi con aree culturali esterne culminò (770-720 a.C.) nella maturazione dei rapporti con il mondo greco e orientale, testimoniati dalla parallela evoluzione sociale e culturale villanoviana.

Approfondimenti

VILLANOVIANA, Cultura > Enciclopedia dell' Arte Antica (1997)

VILLANOVIANA, Cultura (v. vol. VII, p. 1173 e s 1970, p. 922). - Per «villanoviano» s'intende un sistema di consuetudini, un'espressione tipica di civiltà materiale dell'area che sarà storicamente etrusca. Tale termine è stato variamente ... Leggi

Argomenti correlati

Pinza, Giovanni

Pinza, Giovanni. - Paletnologo e archeologo (Roma 1872 - ivi 1940). Il suo nome è legato allo studio della civiltà primitiva del Lazio, della prima età del Ferro e della cultura preistorica sarda. Opere principali: Monumenti primitivi della Sardegna

Montelius ‹montéeliïs›, Gustav Oscar Augustin

Montelius ‹montéeliïs›, Gustav Oscar Augustin. - Archeologo (Stoccolma 1843 - ivi 1921). Si dedicò agli studî di preistoria, pubblicando (1869) il primo saggio sui resti dell'età del Ferro in Scandinavia. Spetta a lui il merito di una classificazione

Ghirardini, Gherardo

Ghirardini, Gherardo. - Archeologo (Badia Polesine 1854 - Bologna 1920), prof. nelle univ. di Pisa, Padova e Bologna; socio nazionale dei Lincei (1916). Mise in evidenza le antichità venete estensi; si occupò d'etruscologia e illustrò monumenti di ar

Lambòglia, Nino

Lambòglia, Nino. - Archeologo italiano (Imperia 1912 - Genova 1977), soprintendente alle antichità della Liguria, direttore dell'Istituto internazionale di studî liguri. Ha compiuto varie ricerche sull'antica Liguria (topografia, epigrafia, arte) dal

Invia articolo Chiudi