Villanoviana, cultura

    Enciclopedie on line

villanoviana, cultura Civiltà della prima Età del Ferro, diffusa in area emiliana e tirrenica, il cui nome deriva dal centro di Villanova (Bologna), dove l'archeologo G. Gozzadini (1810-1887) scoprì (1853) il primo gruppo di tombe a essa attribuibile. Preceduta a sua volta alla fine dell'Età del Bronzo dalla cd. civiltà protovillanoviana, nella fase più antica (900-820 a.C.) la c.v. è caratterizzata dalla prevalenza dell'incinerazione in tombe a pozzetto, sostituita poi (820-770 a.C.) dall'inumazione in tombe a fossa. La graduale apertura a contatti e scambi con aree culturali esterne culminò (770-720 a.C.) nella maturazione dei rapporti con il mondo greco e orientale, testimoniati dalla parallela evoluzione sociale e culturale villanoviana.

Approfondimenti

VILLANOVIANA, Cultura > Enciclopedia dell' Arte Antica (1997)

VILLANOVIANA, Cultura (v. vol. VII, p. 1173 e s 1970, p. 922). - Per «villanoviano» s'intende un sistema di consuetudini, un'espressione tipica di civiltà materiale dell'area che sarà storicamente etrusca. Tale termine è stato variamente ... Leggi

Argomenti correlati

Pinza, Giovanni

Pinza, Giovanni. - Paletnologo e archeologo (Roma 1872 - ivi 1940). Il suo nome è legato allo studio della civiltà primitiva del Lazio, della prima età del Ferro e della cultura preistorica sarda. Opere principali: Monumenti primitivi della Sardegna (1901); Monumenti primitivi di Roma e del Lazio antico (1905).

Montelius, Gustav Oscar Augustin

Montelius ‹montéeliïs›, Gustav Oscar Augustin. - Archeologo (Stoccolma 1843 - ivi 1921). Si dedicò agli studî di preistoria, pubblicando (1869) il primo saggio sui resti dell'età del Ferro in Scandinavia. Spetta a lui il merito di una classificazione cronologica del Neolitico e dell'età del Bronzo basata sulla comparazione dei tipi delle varie culture europee. Fu direttore del Museo di antichità nazionali di Stoccolma. Socio straniero dei Lincei (1897). Fra le sue numerose opere: Orienten och Europa ("Oriente e Europa", 1894-96, più volte rist

Ghirardini, Gherardo

Ghirardini, Gherardo. - Archeologo (Badia Polesine 1854 - Bologna 1920), prof. nelle univ. di Pisa, Padova e Bologna; socio nazionale dei Lincei (1916). Mise in evidenza le antichità venete estensi; si occupò d'etruscologia e illustrò monumenti di arte classica. Fondamentale per lo studio dell'età del Ferro la memoria sulla Situla italica primitiva studiata specialmente in Este (1893-1900).

Lambòglia, Nino

Lambòglia, Nino. - Archeologo italiano (Imperia 1912 - Genova 1977), soprintendente alle antichità della Liguria, direttore dell'Istituto internazionale di studî liguri. Ha compiuto varie ricerche sull'antica Liguria (topografia, epigrafia, arte) dall'età del Ferro a quella paleocristiana. Si è anche occupato di varie ricerche in centri della Liguria (Ventimiglia, Chiavari, Albenga), concentrando poi le sue ricerche sulla ceramica sigillata e sull'archeologia sottomarina, di cui fu fervente propugnatore

Invia articolo Chiudi