DESINENZA

DESINENZA

La grammatica italiana (2012)

DESINENZA

La desinenza è l’elemento finale variabile di una parola, unito alla ➔radice, distingue il genere (femminile e maschile) e il numero (singolare e plurale) o, in caso di verbi, il ➔modo, il ➔tempo e la persona.

• Negli articoli

una (= femminile singolare)

uno (= maschile singolare)

• Nei nomi

lupa (= femminile singolare)

lupo (= maschile singolare)

lupe (= femminile plurale)

lupi (= maschile plurale)

• Negli aggettivi

bella (= femminile singolare)

bello (= maschile singolare)

belle (= femminile plurale)

belli (= maschile plurale)

• Nei pronomi

essa (= femminile singolare)

esso (= maschile singolare)

esse (= femminile plurale)

essi (= maschile plurale)

• Nei verbi la desinenza si trova:

– dopo la radice e la vocale tematica

ved-e-te (indicativo presente, 2a persona plurale)

ved-e-vano (indicativo imperfetto, 3a persona plurale)

– direttamente dopo la radice

am-iamo (indicativo presente, 1a persona plurale)

am-ino (congiuntivo presente, 3a persona plurale).

Pubblicità

Categorie