Aristippo, Enrico

Aristippo, Enrico

Enciclopedie on line

Aristippo, Enrico. - Uomo politico siciliano, letterato e scienziato (sec. 12º). Arcidiacono di Catania (1155?), verso il 1158 prese parte a una ambasceria inviata da Guglielmo I a Costantinopoli; alla morte del grande ammiraglio Maione, divenne primo ministro di Guglielmo I di Sicilia (1160). Sospettato di complicità in una congiura aristocratica, fu imprigionato a Palermo (primavera 1162), dove presto morì. Importante mediatore tra il pensiero greco e l'Occidente latino, tradusse dal greco il Menone e il Fedone di Platone e il libro 4º della Meteorologia di Aristotele.

Pubblicità

Categorie

Altri risultati per Aristippo, Enrico

  • ARISTIPPO, Enrico
    Dizionario Biografico degli Italiani - Volume 4 (1962)
    Ignoti sono l'anno, il luogo di nascita e la stessa nazionalità. Il primo è, comunque, da porsi con ogni probabilità nel primo ventennio del sec. XII; circa il secondo, l'ipotesi del Rose che ARISTIPPO, Enrico fosse da identificare con il "grecus interpres natione Severitanus" di cui parla Giovanni ...
  • ARISTIPPO, Enrico
    Enciclopedia Italiana (1929)
    Nato forse a S. Severina di Calabria, arcidiacono di Catania (1156), consigliere e, dopo la tragica morte del grande ammiraglio Maione, primo ministro di Guglielmo I (nov. 1160-1162), fu tra i migliori e maggiori rappresentanti di quel movimento intellettuale che trionfò in Sicilia per più d'un secolo, ...