Scomparini, Eugenio

    Enciclopedie on line

Scomparini, Eugenio. - Pittore (Trieste 1845 - ivi 1913). Si formò con M. Grigoletti a Venezia e a Roma (1874-77). Insegnante alle scuole industriali di Trieste (1887-1911), eseguì grandi decorazioni (per i teatri di Trieste, Gorizia, Treviso, ecc., in parte perdute; palazzo Artelli, a Trieste), interpretando la tradizione veneta con un colorismo ispirato da M. Fortuny e H. Makart. Dipinse anche paesaggi e ritratti (Trieste, Civico Museo Revoltella).

Argomenti correlati

Marastóni, Giacomo

Marastóni, Giacomo. - Pittore (Venezia 1804 - Budapest 1860). Studiò a Venezia; lavorò a Gorizia, Trieste, Vienna e Bratislava; nel 1836 si stabilì a Budapest fondandovi (1846) una scuola che esercitò un'influenza notevole. I suoi ritratti, di impostazione classicheggiante, con qualche accento Biedermeier, furono molto apprezzati. n Il figlio Giuseppe (1834-1895) fu ritrattista e litografo.

Canàl, Giambattista

Canàl, Giambattista. - Pittore (Venezia 1745 - ivi 1825), figlio di Fabio (1701-1767), di cui seguì dapprima la maniera tiepolesca. Volse poi al neoclassico. Numerose opere a Treviso, Trieste, Ferrara. A Venezia soffitto in S. Eufemia (1764) e un affresco nel pal. Mocenigo (1790).

Bolàffio, Vittorio

Bolàffio, Vittorio. - Pittore italiano (Gorizia 1883 - Trieste 1931). Visse ritirato esponendo di rado, ma fu in contatto, a Parigi, con gli esponenti delle moderne correnti. La sua pittura, non esente da motivi letterarî, ha spunti surrealisti e metafisici e mira a suggestivi effetti di sogno.

Spazzapàn, Luigi

Spazzapàn ‹-zz-›, Luigi. - Pittore, scultore e architetto (Gradisca 1890 - Torino 1958). Si formò a Gorizia guardando alle esperienze della secessione viennese e al movimento futurista. Insegnò disegno a Idria (1921-23) per poi dedicarsi completamente all'arte. Dal 1928 a Torino, fu in contatto con E. Persico e il gruppo dei Sei e collaborò con disegni al Selvaggio, alla Gazzetta del Popolo e all'Illustrazione del Popolo. Le sue opere (nudi femminili, nature morte, arlecchini, ecc

Invia articolo Chiudi