Romani, Felice

Romani, Felice

Enciclopedie on line

Romani, Felice. - Letterato e librettista (Genova 1788 - Moneglia 1865). Giornalista (diresse dal 1834 la Gazzetta ufficiale piemontese), ammiratore di V. Monti, lasciò versi (Poesie liriche, post., 1883) e racconti (Novelle e favole in prosa e in versi, post., 1883). La sua fama è legata ai libretti scritti per Rossini (Il turco in Italia, Bianca e Faliero), Donizetti (Anna Bolena, L'elisir d'amore), e soprattutto Bellini (Il pirata, La sonnambula, Norma, ecc.).

Pubblicità

Altri risultati per Romani, Felice

  • ROMANI, Felice
    Enciclopedia Italiana (1936)
    Letterato, nato in Genova il 31 gennaio 1788, morto a Moneglia il 28 gennaio 1865. Avverse vicende familiari gli tolsero l'agiatezza costringendolo a sostenere la vita col lavoro. Stabilitosi a Milano nel 1814, dopo aver viaggiato l'Europa ed essersi qualche tempo fermato a Parigi, fu attratto nell'orbita ...