Ruggèri, Ferdinando

    Enciclopedie on line

Ruggèri, Ferdinando. - Architetto (Firenze 1691 - ivi 1741), esponente significativo del primo Settecento fiorentino. Nella sua opera principale, la facciata sinistra della chiesa di San Firenze (1715), come in altre quali il palazzo Capponi sempre a Firenze, il palazzo Sansedoni a Siena (1736), la collegiata di Empoli (1738), si afferma una particolare interpretazione toscana del barocco, intimamente connessa all'architettura del tardo Cinquecento. Importanti le sue opere a stampa: Studio d'architettura civile delle fabbriche più insigni di Firenze (1722-28); Scelta di architetture antiche e moderne della città di Firenze (post., 1755).

Approfondimenti

RUGGERI, Ferdinando > Enciclopedia Italiana (1936)

RUGGERI, Ferdinando. - Architetto, nato circa il 1691 a Firenze, ivi morto il 27 giugno 1741. In favore presso la corte degli ultimi Medici, godette di una larga fama, che le opere conosciute oggi non ci confermano, come ci dimostra la facciata della... Leggi

Argomenti correlati

Camporése, Giuseppe

Camporése ‹-se›, Giuseppe. - Architetto (Roma 1763 - ivi 1822), figlio e allievo di Pietro il Vecchio, fu, con G. Valadier, il più significativo esponente del primo neoclassicismo a Roma. Cominciò la sua attività collaborando con il padre al completamento della cupola della chiesa di S. Andrea a Subiaco e forse costruendo la chiesa di S. Tommaso da Villanova a Genzano

Michelazzi, Giovanni

Michelazzi ‹-zzi›, Giovanni. - Architetto italiano (Roma 1879 - Firenze 1920), significativo esponente del liberty italiano

Pontórmo, Iacopo Carrucci detto il

Pontórmo, Iacopo Carrucci (o Carucci) detto il. - Pittore (Pontormo, oggi Pontorme, presso Empoli, 1494 - Firenze 1557).  Fu esponente della cosiddetta prima maniera, che preannunciò il manierismo. Le sue opere presentano sempre bellezze originali e raffinate per eleganza e potenza di disegno, per delicatezza di tocco e di tonalità e per sensibilità e passione intima. P. rimase sempre eccellente nei ritratti, pieni di intimità psicologica e di sensibilità nervosa, dei quali si conserva buon numero in collezioni pubbliche e private. Principali scolari del P

Pièr Francésco Fiorentino

Pièr Francésco Fiorentino. - Pittore (n. Firenze 1444 o 1445 - notizie fino al 1497). Si formò probabilmente al seguito di B. Gozzoli a San Gimignano e, successivamente, guardando soprattutto all'arte di A. Baldovinetti. Sfrondato il suo catalogo di numerose Madonne col Bambino e santi che la critica del primo Novecento aveva attribuito a lui o a uno pseudo-Pier Francesco Fiorentino, tra le sue opere certe si ricordano quelle nel museo della Collegiata di Empoli (1474), nel Museo civico di Colle Val d'Elsa, nel Museo civico (1477) e in S. Agostino (1494) a San Gimignano.

Invia articolo Chiudi