Coriolis, forza di

Enciclopedie on line

Coriolis, forza di Forza apparente che prende nome dall'ingegnere francese G.-G. de Coriolis (1792-1843). Viene introdotta nei sistemi di riferimento rotanti, e quindi non inerziali, per poter applicare anche in essi le leggi della dinamica. Grazie alla f. di C. si spiegano, nel caso dei gravi in caduta sulla superficie terrestre, le deviazioni della traiettoria verso destra nell'emisfero boreale e verso sinistra in quello australe. La f. di C. è importante per determinare la direzione dei venti nei due emisferi.

Approfondimenti

Forza di Coriolis > Enciclopedia della Scienza e della Tecnica (2008)

forza di Coriolis Deviazione apparente di oggetti in moto osservati in un sistema di riferimento rotante. Essendo una forza fittizia non deve essere inclusa nell’equazione del moto in un sistema inerziale (che comprende soltanto forze rea... Leggi

Argomenti correlati

Coriolis ‹-lìs›, Gustave-Gaspard de

Coriolis ‹-lìs›, Gustave-Gaspard de. - Ingegnere e matematico (Parigi 1792 - ivi 1843). Ingegnere nel "servizio dei ponti e strade", passò nel corpo insegnante della École Polytechnique e nel 1839 successe a P.-L. Dulong nella direzione della scuola,

Morin ‹morẽ´›, Arthur-Jules

Morin ‹morẽ´›, Arthur-Jules. - Generale, studioso di meccanica (Parigi 1795 - ivi 1880). Prof. (1839) di meccanica applicata al Conservatorio di arti e mestieri di Parigi, successe nel 1843 a G.-G. Coriolis come membro dell'Accad. delle scienze e nel

Ristretta, relativita

ristretta, relatività In fisica (in contrapposizione a relatività generale), quella che si limita a considerare i sistemi di riferimento inerziali (➔ relatività).

Citroen

Citröen Società automobilistica francese con sede a Parigi. Trae origine dalla fabbrica di munizioni fondata nel 1915 dall’ingegnere francese André Citröen (Parigi 1878 - ivi 1935) e riconvertita, dopo la fine del confl

Invia articolo Chiudi