Scissa, frase

Enciclopedie on line

scissa, frase In linguistica, locuzione usata per indicare una costruzione caratterizzata dalla suddivisione dell’informazione in due nuclei frasali distinti, l’uno introdotto dal verbo essere e contenente l’elemento nuovo che si vuole evidenziare, l’altro introdotto da un che con funzioni intermedie tra quelle del pronome relativo e quelle della congiunzione subordinante e contenente la parte restante della frase (per es., è Pietro che ha vinto il torneo, da confrontare con la frase non marcata Pietro ha vinto il torneo, in cui nessuno degli elementi assume un particolare rilievo); la scissione consente d’identificare più facilmente l’informazione nuova, isolandola dal resto dell’enunciato e mettendola in risalto, spesso con valore contrastivo. Analoga alla frase scissa è la frase pseudoscissa (➔ pseudoscissa, frase).

Approfondimenti

SCISSA, FRASE > La grammatica italiana (2012)

SCISSA, FRASE La frase scissa (detta anche frase spezzata) è il risultato della divisione di una frase semplice, ed è formata da una proposizione reggente (¿principali, proposizioni), con il verbo essere in funzione di ¿copula che mette in rilievo i... Leggi

Argomenti correlati

Pseudoscissa, frase

pseudoscissa, frase In linguistica, costruzione analoga alla frase scissa, caratterizzata dalla suddivisione dell’informazione in due nuclei distinti, l’uno introdotto generalmente dal pronome relativo chi o dal nesso ‘dimostrativo

Posposizione

posposizione In grammatica, l’elemento (particella o parola) posto dopo una parola a indicare la relazione grammaticale o sintattica di questa con altre parole della frase. Il cum latino è preposizione in cum illis «con loro», posp

Par condicio

par condicio Espressione (desunta dalla frase par condicio creditorum, usata per indicare il diritto dei creditori del fallimento a essere rimborsati dal debitore fallito tutti quanti in ugual misura percentuale) che designa la condizione di parità

ICT

ICT Sigla dell’ingl. Information and comunication technology ("Tecnologia dell’informazione e della comunicazione"), usata per indicare il settore dell’informatica e delle telecomunicazioni.

Invia articolo Chiudi