Goldóni Andolfati, Gaetana

    Enciclopedie on line

Goldóni Andolfati, Gaetana. - Attrice e capocomica (Venezia 1768 - Modena 1830 circa); figlia del Pantalone B. Andolfati, recitò con il padre, poi nella compagnia di G. Grassi e in quella del fratello Pietro; sposò l'attore A. Goldoni e fu prima attrice nella compagnia che il marito diresse fino al 1818; vedova, ne continuò l'impresa insieme al nipote L. Riva; valente nella commedia improvvisata, fu però applaudita specialmente come attrice tragica.

Approfondimenti

GOLDONI-ANDOLFATI, Gaetana > Enciclopedia Italiana (1933)

GOLDONI-ANDOLFATI, Gaetana. - Attrice, nata a Venezia nel 1768, morta a Modena verso il 1830. Fu moglie di Antonio Goldoni, uno tra i migliori capocomici, per i complessi artistici, le messe in scena appropriate e ricche e il repertorio. La G.-A. fu ... Leggi

Argomenti correlati

Dàrbes, Cesare

Dàrbes (o D' Àrbes), Cesare. - Attore (Venezia 1710 circa - ivi 1778), celebre nella maschera di Pantalone. Nel 1745 era a Livorno nella compagnia di A. R. G. Medebac; si presentò, a Pisa, a Goldoni, per richiedergli una commedia (Tonin bella grazia) che, rappresentata a Livorno (1747) e poi a Venezia, non ebbe successo, ma fu applaudito nell'Uomo prudente e nei Due gemelli veneziani, e giudicato l'attore più perfetto dell'epoca. Nel 1749 passò a recitare a Dresda, al servizio dell'elettore di Sassonia; tornato in patria, fu con A. Sacco, poi con G. Lapy (1769), con V. Bugani (1774), con M

Andolfati, Pietro

Andolfati (o Andolfatti), Pietro. - Attore (n. Milano 1750 circa - m. probabilmente a Piacenza tra il 1828 e il 1830); appartenente a una famiglia di comici (attore il padre Bartolomeo, attrice le madre Teresa e le cinque sorelle tra le quali Gaetana, più nota col cognome del marito, Antonio Goldoni). Fu amoroso nella compagnia di P. Rossi, poi capocomico e direttore fino al 1792 del Teatro di via del Cocomero a Firenze; quindi direttore dell'Accademia dei Filodrammatici a Milano; fu anche autore drammatico e traduttore di testi teatrali francesi e spagnoli

Zago, Emilio

Zago ‹Ʒ-›, Emilio. - Attore (Venezia 1852 - ivi 1929); da dilettante in arte con una compagnia semizingaresca (1871), dopo varie peregrinazioni entrò nella compagnia di A. Morolin (1876); capocomico (1902-11), ebbe grande successo in Italia e anche in America. Si ritirò nel 1921. Di una comicità spontanea e irresistibile (di natura anche fisica, data la sua bassissima statura), incarnò mirabilmente i personaggi goldoniani e delle commedie contemporanee, legandoli al suo nome. Fu anche il più estroso Pantalone dell'epoca.

Romagnési

Romagnési ‹-si›. - Famiglia di attori italiani. Il capostipite fu Marco Antonio (n. Ferrara verso la fine del sec. 16º), celebre Pantalone. Recitò nella compagnia del duca di Mantova e con i Confidenti (1613). Suo figlio, forse di nome Marco (m. Parigi 1660), fu buon innamorato col nome di Orazio e sposò Brigida Bianchi, che recitò con lui come Aurelia nella compagnia Locatelli a Parigi. Marco Antonio (Roma 1633 - Parigi 1706), figlio del precedente, recitò nella compagnia del duca di Mantova, e fu notissimo innamorato col nome di Cintio

Invia articolo Chiudi