Gallimard

Gallimard

Enciclopedie on line

Gallimard Casa editrice, fondata a Parigi nel 1911 con la ragione sociale Éditions de la Nouvelle revue française dagli editori di quel periodico (A. Gide, J. Schlumberger, Gaston Gallimard). La casa divenne nel 1919 Librairie Gallimard, sotto la direzione di Gaston (Parigi 1881 - ivi 1975) in collaborazione con i fratelli Raymond e Jacques. Tra gli autori pubblicati vi furono M. Proust, P. Morand, A. Malraux, A. Breton, P. Éluard, L. Aragon, J.-P. Sartre. Tra le iniziative più ragguardevoli è da ricordare soprattutto La Pléiade, collezione di autori classici, oltre a numerose collezioni di storia, geografia, etnologia e arte. Alla scomparsa di Gaston la direzione passò al figlio Claude (Parigi 1914 - ivi 1991), sostituito nel 1988 da Antoine (n. Parigi 1948). Sotto la direzione di Antoine, le Éditions G. hanno ampliato la propria attività, costituendo un gruppo che ha partecipazioni in varie società del settore e controlla le edizioni Denoël (1951), La Table Ronde (1958) e Mercure de France (1958).

Attivo nel campo della poesia, della narrativa e delle scienze umane, il gruppo ha promosso la pubblicazione di numerose collane, che raccolgono, tra l’altro, le opere fondamentali di S. Freud, B. Bettelheim, M. Foucault, J. Le Goff, G. Duby. Notevole sviluppo ha dato al settore dei libri per ragazzi con la creazione nel 1972 di G. Jeunesse, divenuta filiale nel 1991. Attraverso la controllata Nouveax Loisirs, istituita nel 1992, il gruppo G. si è impegnato inoltre nel settore del turismo con una serie di guide illustrate e, dal 1995, ha iniziato a investire nel campo dell’editoria multimediale associandosi con le edizioni Flammarion per la commercializzazione della produzione.