GENERE COMUNE

La grammatica italiana (2012)

GENERE COMUNE

I cosiddetti nomi di genere comune (detti anche, insieme a quelli di ➔genere promiscuo, epicèni) hanno un’unica forma invariabile per il maschile e il femminile: il genere è dunque ricostruibile solo dall’eventuale presenza dell’articolo o di un aggettivo.

Tra questi nomi ci sono:

– i participi presenti sostantivati

un insegnante / un’insegnante

l’amante misterioso / l’amante misteriosa

– i nomi che finiscono in -ista, -cida, -iatra, -arca

il giornalista / la giornalista

il tirannicida / la tirannicida

il fisiatra / la fisiatra

il monarca / la monarca

– alcuni nomi in -e, -a

il giudice / la giudice

il collega / la collega.

VEDI ANCHE femminile dei nomi; femminile, forme particolari del; alternanza di genere e di significato; plurali doppi

Invia articolo Chiudi