Nicolétti, Giovanni

    Enciclopedie on line

Nicolétti, Giovanni (noto anche come Giovanni da Imola). - Decretalista (Imola tra il 1367 e il 1376 - Bologna 1436). Docente a Padova, Ferrara, Bologna, ebbe gran fama tra i contemporanei. Scrisse tra l'altro: Commentaria in tres priores libros decretalium Gregorii IX (1498); Commentaria in Clementinas (1485); Commentaria in primam et secundam Infortiati Digestique novi partes. Ebbe tra i suoi scolari M. Socini, A. Tartagna, L. Pontano e A. Aretino.

Approfondimenti

NICOLETTI, Giovanni > Dizionario Biografico degli Italiani (2013)

NICOLETTI, Giovanni (Giovanni da Imola). – Nacque presuntivamente verso il 1372 a Imola da Nicoletto, appartenente a una famiglia originaria di Bologna, trasferitasi a Imola per esercitarvi l’arte della sartoria. Nel 1390 Iohannes filius ... Leggi

NICOLETTI, Giovanni > Enciclopedia Italiana (1934)

NICOLETTI, Giovanni. - Giureconsulto, nato a Imola nella seconda metà del sec. XIV, discepolo di Giovanni da Legnano; morì a Bologna il 18 febbraio 1436. Abbiamo suoi commenti alle Decretali (Lione 1549, Venezia 1575), alle Clementine (Roma 1474, Ven... Leggi

Argomenti correlati

Rampóni, Francesco

Rampóni, Francesco. - Giurista (m. Bologna 1401), lettore di diritto civile a Bologna. Governatore pontificio di Imola nel 1361, ebbe molti incarichi di fiducia, soprattutto ambascerie (a Milano 1376 e 1389, a Ferrara 1388), dal comune bolognese. Nel 1399 fu momentaneamente bandito dalla città dalla fazione dei Gozzadini. Scrisse dei Consilia, che si trovano editi insieme a quelli di G. Calderini (1550).

Socini, Bartolomeo

Socini, Bartolomeo. - Giurista (Siena 1436 - ivi 1507), figlio di Mariano il Vecchio. Fu discepolo a Bologna di A. Tartagni e di A. Barbazza e a Pisa di Francesco Albergotti. Insegnò a Siena, Ferrara, Pisa, Bologna, Padova. Partecipò alla vita pubblica, ma fu più volte costretto a espatriare. Godette alta reputazione di giurista. Lasciò ripetizioni, consulti e commentarî al Digesto.

Benvenuto dei Rambaldi da Imola

Benvenuto dei Rambaldi da Imola. - Commentatore di Dante (Imola 1338 circa - Ferrara 1387 o 1388). Insegnò grammatica a Bologna, dove nel 1375 lesse la Divina Commedia di cui lasciò un ampio e vivace commento in latino, e poi (1376) a Ferrara. Commentò anche Lucano, Valerio Massimo, le tragedie di Seneca, le Bucoliche e le Georgiche di Virgilio, e il Bucolicum carmen del Petrarca; scrisse il Romuleon, storia di Roma sino a Diocleziano, e il Libellus augustalis, concisa storia degli imperatori da Giulio Cesare fino a Venceslao.

Socini, Mariano il Giovane

Socini, Mariano il Giovane. - Giurista (Siena 1482 - Bologna 1556), nipote di Mariano il Vecchio. Insegnò nelle univ. di Pisa, Siena e Bologna, dove successe ad A. Alciato ed ebbe per allievo A. Agustín. Ebbe grande fama di avvocato. Le sue opere principali sono un commentario al Digestum vetus e uno alle Decretali.

Invia articolo Chiudi