Mazza, Giuseppe

Enciclopedie on line

Mazza, Giuseppe. - Scultore (Bologna 1653 - ivi 1741), figlio di Camillo. Le sue opere, tra cui notevoli i rilievi di bronzo nelle chiese di S. Clemente in Isola e dei SS. Giovanni e Paolo a Venezia, d'ispirazione ancora algardiana, hanno lievità di chiaroscuro e vivacità di composizione settecentesca. Realizzò soprattutto terracotte (Compianto di Cristo, Bologna, S. Maria Maddalena) e decorazioni in stucco (chiese del Corpus Domini a Bologna; dell'Annunciata a Pesaro; del Suffragio a Fano).

Approfondimenti

MAZZA, Giuseppe > Dizionario Biografico degli Italiani (2008)

MAZZA, Giuseppe. – Nacque a Milano il 13 sett. 1817, primogenito di Carlo, stimato ragioniere alle dipendenze del marchese Giuseppe Arconati Visconti. Il padre ne favorì l’inclinazione artistica, permettendogli l’iscrizione ai corsi dell’Accademia di... Leggi

Argomenti correlati

Mazza, Camillo

Mazza, Camillo. - Scultore (Bologna 1602 - ivi 1672). Allievo a Roma di A. Algardi, lavorò a Bologna (Pietà nella chiesa dei Cappuccini), a Padova e a Venezia.

Calegari

Calegari. - Famiglia di scultori bresciani. Santo il Vecchio, scultore e incisore (Brescia 1662 - ivi 1717), subì l'influsso del Bernini e dell'Algardi (sculture in legno e stucco nei palazzi e nelle chiese di Brescia). Il figlio Alessandro (m. 1770

Acquisti, Luigi

Acquisti, Luigi. - Scultore (Forlì 1745 - Bologna 1823). Lavorò dapprima a Bologna, continuandovi la tradizione di G. Mazza e di A. G. Pio (sono suoi, tra l'altro, gli stucchi nei peducci della cupola di S. Maria della Vita); quindi a Roma, ove diven

Galeòtti, Giuseppe

Galeòtti, Giuseppe. - Pittore (Firenze 1708 - Genova 1778); figlio di Sebastiano. Studiò a Bologna con M. Franceschini e ne conservò la maniera nelle vaste decorazioni che eseguì per numerose chiese e palazzi di Genova e della Liguria.

Invia articolo Chiudi