Moratti, Massimo

    Enciclopedie on line

Moratti, Massimo. - Imprenditore e dirigente sportivo italiano (n. Bosco Chiesanuova, Verona, 1945). Ha conseguito la laurea in Scienze politiche presso l’Università “LUISS Guido Carli” di Roma. È amministratore delegato di Saras S.p.A. (fondato dal padre A. Moratti, il gruppo opera nella raffinazione del petrolio ed è proprietario di Sarlux S.r.l. dal 2006). Dal 1995 M. è stato proprietario e presidente dell’Internazionale Football Club Milano (già proprietà del padre dal 1955 al 1968); nonostante non siano mancati momenti di crisi (sfociati nell’abbandono della presidenza tra il 2004 e il 2006) la cosiddetta “era Moratti” ha portato numerose vittorie all’Inter; si ricorda il treble ottenuto nella stagione 2009-10 (allenati da J. Mourinho, i nerazzurri hanno vinto Scudetto, Coppa Italia e Champions League). Nel 2013 M. ha venduto il 70%  dell’Internazionale Football Club Milano ad una cordata di imprenditori indonesiani guidata da E. Thohir, che ne ha assunto la presidenza e M. è rimasto come presidente onorario.

Argomenti correlati

Cassano, Massimo

Cassano, Massimo. – Uomo politico italiano (n. Bari 1965). Laureatosi in Scienze politiche presso l’università di Bari, ha iniziato la sua carriera politica sin da giovanissimo come dirigente giovanile della Democrazia cristiana. Militante in Forza Italia dal 1998, ne è stato prima vicecoordinatore regionale e poi vicepresidente vicario del Consiglio della Provincia di Bari. Eletto al Consiglio regionale della Puglia sia nel 2005 che nel 2010 prima nelle fila di Forza Italia e poi del Popolo delle libertà, nel 2013 è stato eletto al Senato

Carli, Guido

Carli, Guido. - Economista italiano (Brescia 1914 - Spoleto 1993). Fece parte della direzione del Fondo monetario internazionale (1947-52) e dal 1950 al 1958 di quella dell'Unione europea dei pagamenti. Fu ministro per il Commercio estero nel gabinetto Zoli (maggio 1957 - luglio 1958). Direttore generale (1959) e quindi governatore della Banca d'Italia (agosto 1960-agosto 1975), fu anche membro della Banca dei regolamenti internazionali (1960-70) e governatore per l'Italia della Banca internazionale per la ricostruzione e lo sviluppo (1962-75)

Tatò, Francesco

Tatò, Francesco. - Dirigente italiano (n. Lodi 1932); dopo la laurea in filosofia, nel 1956 entrò nel gruppo Olivetti. Nel 1970 divenne amministratore delegato dell'Austro Olivetti, nel 1974 della British Olivetti e nel 1976 della Deutsche Olivetti. Successivamente è stato amministratore delegato della Mannesmann-Kienzle, della Arnoldo Mondadori Editore, della Triumph Adler AG, della Olivetti Office, della Fininvest, dell'ENEL e, dal 2003 al 2014, dell'Istituto della Enciclopedia Italiana

Malagò, Giovanni

Malagò, Giovanni. - Imprenditore e dirigente sportivo italiano (n. Roma 1959). Affermato imprenditore nel campo delle automobili di lusso, ha praticato in gioventù vari sport, distinguendosi soprattutto nel calcio a cinque, nel quale ha vinto tre scudetti con la Roma RCB e quattro volte la Coppa Italia, di cui due con il Circolo Canottieri Aniene. Dalla pratica agonistica è passato all'attività di dirigente sportivo, occupandosi di discipline sportive quali il calcio, il tennis, il nuoto, la pallacanestro

Invia articolo Chiudi