Nani, Napoleone

    Enciclopedie on line

Nani, Napoleone. - Pittore (Venezia 1841 - Verona 1899), direttore della scuola di belle arti a Verona; coltivò soprattutto la pittura di genere e il ritratto. Sue opere nella Galleria d'arte moderna di Venezia, nel Museo Civico di Verona, nella Galleria nazionale d'arte moderna di Roma e negli Stati Uniti, dove fu particolarmente apprezzato. Furono suoi allievi G. Favretto e L. Nono.

Approfondimenti

NANI, Napoleone > Dizionario Biografico degli Italiani (2012)

NANI, Napoleone. – Nacque a Venezia da Luigi e da Elisa Fortes il 18 maggio 1839 e fu battezzato nella parrocchia di S. Geremia (Stringa, 2004, p. 408).Iscritto all’Accademia di belle arti della città natale dal 1853, subito ottenne premi... Leggi

NANI, Napoleone > Enciclopedia Italiana (1934)

NANI, Napoleone. - Pittore, nato a Venezia nel 1841, morto in Verona il 28 gennaio 1899. Studiò nell'accademia veneziana ed ebbe il primo successo a Napoli nel 1877, con un autoritratto e un dipinto di genere: La sposa. E non uscì più dalla pittura d... Leggi

Argomenti correlati

Dall'Òca Bianca, Angelo Carlo

Dall'Òca Bianca, Angelo Carlo. - Pittore italiano (Verona 1858 - ivi 1942). Studiò all'Accademia di belle arti di Venezia; seguendo l'esempio di G. Favretto, dipinse scene di genere. Fu influenzato anche dal divisionismo e dal simbolismo. Si dedicò alla fotografia, sull'esempio di F. P. Michetti.

Nani, Giacomo

Nani, Giacomo. - Pittore (Napoli 1701 - ivi 1770), allievo di G. Lopez; dipinse soprattutto nature morte e paesaggi. Opere nel Palazzo Reale di Caserta, al Prado di Madrid, nel Museo comunale di Magonza, nel convento di Einsiedeln (Svizzera). Decorò anche, con nature morte di fiori e frutta, alcune porcellane della Real Fabbrica di Capodimonte.

Licìnio, Bernardino

Licìnio, Bernardino. - Pittore (forse Poscante, Zogno, 1489 circa - Venezia prima del 1565). Seguace del Pordenone, guardò anche a Tiziano e a Palma il Vecchio distinguendosi tuttavia per le tinte brillanti e per le tipologie più convenzionali e massicce. Efficace soprattutto nei ritratti (ritratto di famiglia, 1524, Hampton Court; ritratto di Stefano Nani, 1528, Londra, National Gallery; ritratto di donna, Monaco, Alte Pinakothek), dipinse il suo capolavoro (Madonna con Santi) per la chiesa dei Frari a Venezia.

Fèrro, Cesare

Fèrro, Cesare. - Pittore italiano (Torino 1880 - ivi 1934). Trattò il ritratto, la pittura religiosa, la decorazione, la miniatura. Lavorò alcuni anni nel Siam, fu professore e poi presidente dell'Accademia di belle arti di Torino. Il suo stile eclettico rivela influenze di P. Puvis de Chavannes e dei preraffaelliti; nelle opere più tarde, di A. Spadini.

Invia articolo Chiudi