Organizzazióne aziendale

    Enciclopedie on line

organizzazióne aziendale Processo di predisposizione di risorse (umane, fisiche, informative e altre ancora) in una conformazione strutturata, al fine di portare avanti piani e realizzare gli obiettivi dell'impresa. L'o.a. è, dopo la pianificazione, la seconda tra le principali funzioni gestionali o compiti del management. Se la pianificazione può considerarsi come il processo di determinazione delle finalità, l'o.a. è, invece, il processo di selezione e strutturazione dei mezzi con i quali tali obiettivi vengono realizzati.

struttura e progettazione organizzativa

Il processo di o.a. si attua con la creazione di una struttura organizzativa, caratterizzata da obiettivi espliciti, da un sistema elaborato di regole, una struttura formale, linee di comunicazione e di autorità ben definite. Mentre la struttura organizzativa indica i diversi fattori che influenzano le decisioni e stabilisce le relazioni che li legano fra di loro, la progettazione organizzativa deve assicurarsi che vi sia congruenza interna tra questi fattori e congruenza esterna con l'ambiente.

modelli organizzativi

Un modo generalmente usato per l'analisi delle o.a. è quello di considerarle dal punto di vista delle loro parti componenti: i compiti, la struttura organizzativa, le persone, le informazioni e l'ambiente esterno. Si distinguono vari tipi di o.a.: l'o. meccanicistica, caratterizzata da strutture rigide e altamente centralizzate, regole formalizzate e direttive; l'o. organica, più fluida e flessibile, con canali di interazione e comunicazione non solo verticali ma anche orizzontali; l'o. gerarchica con una rigida divisione della responsabilità e linee di trasmissione dell'autorità strettamente verticali; l'o. a matrice costituita intorno a progetti e problemi specifici, per i quali viene costituito un gruppo con un capoprogetto e componenti assegnati su base temporanea per le loro competenze individuali; l'o. funzionale caratterizzata da una suddivisione dei compiti basata sul principio della specializzazione.

l'evoluzione recente

Le forme organizzative sviluppatesi negli ultimi anni del Novecento sono basate sulla considerazione che le o.a. evolvono nel tempo (autonomamente e per le interazioni con l'ambiente) in modo complesso e non è quindi ragionevole supporre che esista una forma organizzativa stabile. Per rispondere a questo complesso insieme di requisiti, si sono sviluppate negli ultimi anni del 20° sec., grazie anche alla diffusione delle tecnologie informatiche e di comunicazione, le imprese a rete, in cui un insieme di entità aziendali, sostanzialmente autonome, interagisce in modo strutturato attraverso un sistema di collegamenti formali e informali. Tali strutture permettono di realizzare una sostanziale contrazione dei tempi di risposta del sistema aziendale e un miglioramento qualitativo delle transazioni, grazie anche all'interazione diretta tra fornitori e utenti nelle diverse fasi del ciclo produttivo.

Argomenti correlati

Planning

planning Nel linguaggio aziendale, il processo di previsione, attuato con procedure varie e spesso sviluppato in un piano scritto, attraverso cui vengono stabiliti gli obiettivi a medio o a lungo termine dell’impresa (relativamente a costi, ricavi, profitti, strategie di mercato ecc.), e vengono inoltre individuati sia le risorse necessarie sia i tempi e i modi per reperirle e ripartirle in vista degli obiettivi prefissati.

IPSOA

IPSOA Sigla di Istituto Per lo Studio dell’Organizzazione Aziendale, casa editrice fondata a Milano nel 1971 per affiancare l’attività didattica dell’Istituto postuniversitario per lo studio dell’organizzazione aziendale, e divenuta in seguito autonoma. Specializzata in opere di economia, finanza e gestione delle aziende, diritto. È editrice di vari periodici.

Spiegazione

spiegazione In epistemologia, lo scopo distintivo della scienza o comunque uno degli obiettivi fondamentali dell’impresa scientifica. Uno dei meriti indiscutibili del positivismo logico è l’aver elaborato una teoria della s., dovuta essenzialmente a C.G. Hempel (ma rinvenibile anche in K.R. Popper e risalente, nelle linee generali, a J.S. Mill), che è tanto unificante quanto rigorosa: unificante in quanto aspira a fornire un modello unico per i vari tipi di s., rigorosa in quanto formulabile nel linguaggio della logica matematica

Autofinanziamento

autofinanziamento Una delle forme attraverso le quali le imprese reperiscono i mezzi finanziari per esercitare la propria attività e per realizzare investimenti, consistente essenzialmente nel reinvestire all’in­terno dell’impresa gli utili d’esercizio non distribuiti. È considerata un’alternativa al ricorso al credito, all’emissione di titoli o al collocamento di capitale.

Invia articolo Chiudi