Ravens ‹ràavëns› (latinizz. Corvinus) van Belderen, Joannes Arnoldsz

Enciclopedie on line

Ravensràavëns› (latinizz. Corvinus) van Belderen, Joannes Arnoldsz. - Giurista e teologo protestante (n. Leida 1582 o 1583 - m. 1650), autore di varie trattazioni istituzionali di diritto romano, tra cui particolare fortuna ebbe l'Enchiridion (1640). La sua opera fu continuata, ed estesa al diritto canonico e a quello feudale, dal figlio Arent Jansz (m. dopo il 1668), prof. a Magonza.

Argomenti correlati

Corvinus ‹-ì-› a Belderen, Ioannes Arnoldi

Corvinus ‹-ì-› a Belderen, Ioannes Arnoldi. - Nome latinizzato del giurista olandese Joannes Arnoldsz Ravens van Belderen.

Becano, Martino (nederl. Martin van der Beeck; latinizz. Becanus), di cognome Schellekens

Becano, Martino (nederl. Martin van der Beeck; latinizz. Becanus), di cognome Schellekens. - Teologo e controversista (Hilvarenbeek, Olanda, 1563 - Vienna 1624); gesuita (dal 1583), prof. di filosofia a Colonia (1590-93) e di teologia a Würzburg, Mag

Korwin ‹kòrv'in›, Wawrzyniec (latinizz. Laurentius Corvinus Novoforensis)

Korwin ‹kòrv'in›, Wawrzyniec (latinizz. Laurentius Corvinus Novoforensis). - Nome sotto cui è noto l'umanista polacco Wawrzyniec Rabe (Nowy Targ 1465 circa - Breslavia 1527); prof. nell'univ. di Cracovia, dove probabilmente ebbe come allievo Copernic

Groot ‹gℎróot›, Huig van (latinizz. Grotius, ital. Gròzio)

Groot ‹gℎróot›, Huig van (latinizz. Grotius, ital. Gròzio). - Giurista, filosofo, teologo e filologo olandese (Delft 1583 - Rostock 1645). Considerato il fondatore del diritto naturale, o giusnaturalismo, moderno, nella sua opera principale De iure b

Invia articolo Chiudi