São Tomé e Príncipe

São Tomé e Príncipe

Enciclopedie on line

São Tomé e Príncipe Stato insulare dell’Africa equatoriale, nel Golfo di Guinea, formato dall’isola di São Tomé, dall’isola di Príncipe e da alcuni isolotti disabitati.

1. Caratteri geoeconomici

L’isola maggiore è São Tomé (836 km2 con 131.633 ab. nel 2001) situata in prossimità dell’equatore, di fronte alle coste del Gabon. Montuosa e di origine vulcanica, raggiunge la massima altezza nel Pico de São Tomé (2024 m). Il clima, di tipo equa;toriale, consente lo sviluppo di foreste pluviali, in parte asportate per far posto a piantagioni di cacao.

Gli abitanti dello Stato discendono in buona parte da schiavi importati dall’Angola e dalle Isole del Capo Verde al tempo della colonizzazione portoghese. Si concentrano per oltre il 95% nell’isola maggiore, la cui città omonima, centro principale dell’isola e capitale, contava 57.000 abitanti nel 2005. Il tasso di incremento demografico (3,1% nel 2009) è tra i più alti del mondo. Oltre al portoghese, lingua ufficiale, è correntemente usato un idioma creolo-portoghese. Religione dominante è quella cattolica.

Atti;vità economica pressoché esclusiva è l’agricoltura, incentrata soprattutto sulla coltivazione del cacao, la cui produzione viene totalmente esportata; diffuse sono pure le colture del caffè, della palma da olio, della palma da cocco e delle arachidi, i cui prodotti concorrono anch’essi all’esportazione. Tale tipo di economia è fortemente esposto ai rischi derivanti da fenomeni naturali (avversità atmosferiche) e da cause economiche (come, per es., le fluttuazioni dei prezzi dei prodotti d’esportazione sui mercati internazionali). Introiti importanti provengono dalla pesca, soprattutto dalla vendita di licenze, nelle proprie acque territoriali, a flotte di paesi stranieri. Il settore secondario è scarsamente articolato: le poche industrie presenti nel paese producono sapone, bibite analcoliche, birra e manufatti. Per favorire l’afflusso di capitale estero, dal 2000 nell’area della Baia das Agulhas, nell’isola di Príncipe, è stata istituita una zona franca.

2. Storia

Le due isole furono raggiunte dai Portoghesi nella seconda metà del 15° sec. e utilizzate come base per il commercio di schiavi fra l’Angola e il Brasile; seguirono poi le vicende delle altre colonie africane del Portogallo. Nel 1951 S. divenne provincia d’oltremare; un Comitato di liberazione costituitosi nel 1960, si trasformò nel 1972 nel Movimento di Liberazione di São Tomé e Príncipe (MLSTP). Favorita dalla fine della dittatura in Portogallo, nel 1975 fu proclamata l’indipendenza ed entrò in vigore una Costituzione di tipo presidenziale, che sancì il ruolo dirigente del MLSTP, partito unico di ispirazione marxista. Alla presidenza della Repubblica fu nominato M. Pinto da Costa.

A partire dalla metà degli anni 1980, il peggioramento delle condizioni economiche indusse il governo ad avvicinarsi ai paesi occidentali nella speranza di ottenere aiuti economici e nel 1990 fu adottata una Costituzione multipartitica. Il decennio successivo vide il paese impegnato nella difficile ricerca della stabilità politica: crisi di governo, un tentativo di colpo di Stato, tensioni tra i vari organi istituzionali, in particolare un complicato e aspro conflitto tra presidente della Repubblica e governo, ne contrassegnarono il percorso. La situazione di conflitto tra il presidente (espresso nel 1991, 1997 e 2001 dalla coalizione centrista) e il governo (maggioranza relativa al MLSTP nel 1994, 1998 e 2002) è continuata fino al 2006, quando sia il presidente della Repubblica F. de Menezes sia il governo sono stati espressione della coalizione centrista. Alle presidenziali dell'agosto 2011 a Menezes è subentrato nella carica l'economista M. Pinto da Costa.

Nel 2012 tre partiti di opposizione si sono uniti in un voto di sfiducia per far cadere la maggioranza di governo dell’ex primo ministro P. Trovoada del partito Azione democratica indipendente (ADI); nel mese di dicembre è entrato in carica il nuovo governo, guidato da G. Arcanjo Ferreira Da Costa del MLSTP, che già era stato nominato ministro negli anni Novanta. Alle elezioni politiche tenutesi nell’ottobre 2014 l'ADI ha ricevuto la maggioranza assoluta dei consensi ottenendo 33 dei 55 seggi dell'Assemblea nazionale, contro i 16 aggiudicatisi dal MLSTP e i 5 andati ai liberal-conservatori del Partito di convergenza democratica (PCD). Alle presidenziali tenutesi nel luglio 2016 si è affermato l'ex premier E. Carvalho, che ha ottenuto il 49,8% dei consensi contro il 24,8% aggiudicatosi da Pinto da Costa, essendo riconfermato vincitore anche al secondo turno svoltosi il mese successivo, dopo l'annullamento del voto da parte della commissione elettorale, e subentrando nella carica a da Costa.

Pubblicità

Altri risultati per São Tomé e Príncipe

  • SÃO TOMÉ E PRÍNCIPE
    Enciclopedia Italiana - IX Appendice (2015)
    SÃO TOMÉ E PRÍNCIPE. – Demografia e geografia economica. Storia Sao Tome e Principe   Demografia e geografia economica di Lina Maria Calandra. – Stato insulare dell’Africa occidentale. La popolazione (179.200 ab. al censimento del 2012; 197.882 ab. nel 2014, secondo una stima UNDESA, United Nations ...
  • São Tomé e Príncipe
    Dizionario di Storia (2011)
    São Tomé e Príncipe Stato composto dall’arcipelago delle due isole omonime del Golfo di Guinea, al largo delle coste del Gabon. Raggiunta nel 1469-71 dai portoghesi che vi impiantarono la coltivazione della canna da zucchero con manodopera schiava, fu poi tappa nella tratta negriera verso le Americhe. ...
  • São Tomé e Príncipe
    Enciclopedia Italiana - VII Appendice (2007)
    São Tomé e Príncipe Geografia umana ed economica di Anna Bordoni Stato insulare dell'Africa occidentale. La popolazione (137.599 ab. al censimento del 2001) vive per lo più concentrata nei villaggi agricoli delle piantagioni o nei piccoli nuclei commerciali, unico centro di rilievo è la capitale São ...
  • São Tomé e Príncipe
    Enciclopedia Italiana - VI Appendice (2000)
    São Tomé e Príncipe (App IV, iii, p. 268; V, iv, p. 628; v. anche san tommaso, XXX, p. 790; App. III, ii, p. 665) Popolazione e condizioni economiche di Marina Faccioli La popolazione, secondo stime ufficiali, nel 1998 era di 141.000 ab.; il tasso di accrescimento demografico medio annuo, nel periodo ...
  • SÃO TOMÉ E PRÍNCIPE
    Enciclopedia Italiana - V Appendice (1994)
    SÃO TOMÉ E PRÍNCIPE (v. san tommaso, XXX, p. 790; App. III, II, p. 665; são tomé e príncipe, App. IV, III, p. 268) La superficie di questo piccolo stato africano, situato al largo della costa del Gabon, è di 964 km2, di cui 836 spettano all'isola di São Tomé e 128 a quella di Príncipe. La popolazione ...
  • SÃO TOMÉ PRÍNCIPE
    Enciclopedia Italiana - IV Appendice (1981)
    SÃO TOMÉ PRÍNCIPE. - Storia (XXX, p. 791). - Anche l'isola di São SAO TOME PRINCIPE, importante scalo aereo militare, vide sorgere l'11 settembre 1973 un movimento indipendentistico, il CLSTP, aggregato alle altre organizzazioni di liberazione dell'Africa portoghese. Il CLSTP è stato riconosciuto come ...