Medicina

Dal greco "anatome", che significa "dissezione", in ragione del suo metodo di indagine, e lo studio della forma e della struttura del corpo umano.
Le biografie dei personaggi di tutti i tempi attraverso cui si dipana la storia della medicina umana, da Paracelso a Barnard.
I grandi temi morali e giuridici connessi con i nuovi progressi delle scienze biomediche, dalla procreazione assistita all'eutanasia.
Dal greco "cheirourghia", composto di "cheir", "mano", ed "ergon", "opera", e quella branca della medicina che cura malformazioni, malattie, lesioni traumatiche con atti manuali o con operazioni strumentali.
La disciplina che studia la struttura e le funzioni delle cellule come entita morfologiche e fisiologiche fondamentali, la loro formazione, il loro comportamento, i loro attributi.
Il procedimento diagnostico come parte essenziale della prassi medica: il complesso di atti conoscitivi e valutativi necessari al raggiungimento della diagnosi.
Le discipline, le branche, i temi e gli oggetti di studio specifico delle scienze biomediche, dall'afasiologia alla vittimologia.
Il processo dell'ontogenesi: la formazione e lo sviluppo dell'embrione, cioe la serie di cambiamenti che l'uovo fecondato subisce per realizzare la forma e l'organizzazione specifica dell'essere vivente.
Lo studio e l'attuazione concreta dei mezzi e dei metodi per combattere le malattie: i farmaci e le modificazioni funzionali che essi producono sull'organismo.
Le cause, le condizioni, le leggi e i processi che determinano e regolano i fenomeni vitali negli esseri umani, dall'attivita muscolare alla respirazione.
La risposta immunitaria: il complesso fenomeno biologico attraverso il quale un organismo risponde a un segnale di pericolo, attaccando e distruggendo strutture riconosciute come pericolose.
I mestieri e le professioni degli individui che hanno operato e operano nel campo medico-sanitario, dall'ambulatoriale al venereologo.
Gli aspetti anatomo-fisiologici, patologici e clinici delle malattie organiche del sistema nervoso centrale e periferico.
Le strutture sanitarie pubbliche, le organizzazioni nazionali e internazionali e le istituzioni che operano nel campo della prevenzione, della diagnosi e della terapia.
Corpo e malattia: le patologie come alterazione dei processi fisico-chimici attraverso i quali l'organismo mantiene la propria individualita in equilibrio dinamico con l'ambiente.
Le malattie mentali: lo studio clinico, la diagnosi e la terapia dei disturbi mentali e dei comportamenti patologici nella specie umana.
L'attivita sessuale e le sue funzioni negli aspetti psichici, endocrini e somatici che ne regolano lo svolgimento.
La medicina nell'antichita: teorie, strumenti, operatori e pratiche sanitarie del passato, dall'archiatra alla vaiolizzazione.
I mezzi della diagnosi e della cura: le tecniche, le apparecchiature e lo strumentario della pratica medica, dall'abbassalingua al videoendoscopio.