Scienze sociali e storia

Diritto

Dall’inizio del 21° secolo si è registrata nel mondo una generale tendenza verso l’abolizione della pena di morte. Secondo i dati forniti nell’ottobre 2012 da Amnesty international sono 21 i paesi che dal 2002 hanno abolito la pena capitale facendo salire a 97 il numero di quelli abolizionisti per tutti i tipi di reato. Accanto a questi si collocano gli stati considerati abolizionisti de facto (35), dove cioè non si registrano esecuzioni da dieci anni o più. Diminuisce anche il numero di paesi dove vengono eseguite condanne a morte: nel 2011, solo 21 dei 58 che mantengono in vigore la pena capitale hanno scelto di metterla in pratica

Scienze politiche

Termine usato per designare tendenze o movimenti politici sviluppatisi in differenti aree e contesti nel corso del 20° secolo. Tali movimenti presentano alcuni tratti comuni, almeno in parte riconducibili a una rappresentazione idealizzata del ‘popolo’ e a un’esaltazione di quest’ultimo, come portatore di istanze e valori positivi (prevalentemente tradizionali), in contrasto con i difetti e la corruzione delle élite.

Scienze politiche

Deputato dal 2002 nelle fila del Partito popolare, militante dal 2014 nel Liepājās Partija, è stato ministro dello Sviluppo regionale e dei governi locali dal 2004 al 2006 nel governo Kalvītis. Dal febbraio 2016 ha assunto la carica di primo ministro a seguito delle dimissioni della premier L. Straujuma, rassegnate in ragione delle divisioni interne alla coalizione di centrodestra al potere.