Scienze sociali e storia

Diritto

Per ciò che concerne la titolarità del diritto di sciopero, occorre distinguere tra diritto di proclamazione e diritto di partecipazione: infatti, mentre la titolarità del primo è riservata solo a un soggetto collettivo (che non coincide necessariamente con un’associazione sindacale, potendo consistere di un gruppo di persone mosse dal comune intento di scioperare: Cass., sent. n. 8234/1991), la titolarità del secondo è strettamente individuale, per cui ciascun lavoratore è libero di partecipare o di non partecipare a uno sciopero proclamato da un soggetto collettivo. Dibattuta, in dottrina e in giurisprudenza, è la questione se la titolarità del diritto di sciopero possa oltrepassare i confini del lavoro subordinato ed estendersi anche a fattispecie diverse, come il lavoro autonomo o parasubordinato.

Diritto

La cittadinanza affonda le sue radici nel mondo antico. Nasce e si afferma con la polis greca, dove si era cittadini in quanto nati da genitori entrambi liberi e cittadini, e si esercitavano i diritti civili, di norma, appena raggiunti i 20 anni, ma a determinate condizioni (proprietà fondiaria, raggiungimento di un determinato censo minimo ecc.). Negli Stati federali (lega acarnana, achea, beotica, licia ecc.), i cittadini avevano una doppia cittadinanza, federale e municipale. Ovunque lo status di cittadino era permanente: si perdeva solo per atimia o per esilio.

Religioni

Nella Chiesa cattolica, adunanza solenne dei cardinali, convocati dal papa come suo consiglio. Si distingue in segreto, pubblico e semipubblico. Nel concistoro segreto, per i soli cardinali, dopo l’allocuzione il papa consulta i cardinali sugli affari più gravi, nomina cardinali e vescovi, procede alla creazione di nuove diocesi ecc. Nel concistoro semipubblico, al quale intervengono oltre ai cardinali i vescovi e gli abati, e nel concistoro pubblico, al quale prendono parte anche personaggi ecclesiastici e laici, il papa impone la berretta cardinalizia e consegna l’anello ai nuovi cardinali, e delibera le cause di beatificazione e di canonizzazione.