Vanni Rovighi, Sofia

Dizionario di filosofia (2009)

Vanni Rovighi, Sofia Storica italiana della filosofia (San Lazzaro in Savena, Bologna, 1908 - Bologna 1990). Allieva di Masnovo, insegnò storia della filosofia medievale (1951), storia della filosofia, quindi filosofia teoretica all’Università Cattolica di Milano. I suoi interessi si sono svolti attorno ad alcuni momenti cruciali del pensiero medievale (L’immortalità dell’anima nei maestri francescani del sec. XIII, 1936; S. Anselmo e la filosofia del sec. XI, 1949; L’antropologia filosofica di s. Tommaso d’Aquino, 2ª ed. 1965; Introduzione a Tommaso d’Aquino, 1973; Studi di filosofia medievale, 2 voll., 1978) e del pensiero moderno e contemporaneo (La filosofia di E. Husserl, 1939; Introduzione allo studio di Kant, 1945, 3ª ed. 1968): la lettura puntuale dei testi (alcuni da V. R. pubblicati per la prima volta) è unita a un’analisi della problematica filosofica in rapporto alle connessioni storiche e ai successivi svolgimenti. Delineò la sua posizione teoretica, volta ad assorbire il metodo fenomenologico di Husserl all’interno della prospettiva neotomistica, negli Elementi di filosofia (1941, 3 voll.; 3ª ed. 1962-64). In Gnoseologia (1963) approfondì la problematica relativa al rapporto tra la filosofia e le scienze, nel solco delle riflessioni di Maritain. Tra in suoi scritti vanno anche ricordati Uomo e natura: appunti per una antropologia filosofica (1980); La filosofia e il problema di Dio (1986).

Approfondimenti

VANNI ROVIGHI, Sofia > Enciclopedia Italiana - V Appendice (1995)

VANNI ROVIGHI, Sofia(App. IV, III, p. 792)Storica della filosofia italiana, morta a Bologna l'11 giugno 1990. In ambito medievistico, orientò le sue ricerche soprattutto sui secoli 12°-13°, con fine metodologia critica, fuori da schematismi n... Leggi

VANNI ROVIGHI, Sofia > Enciclopedia Italiana - IV Appendice (1981)

VANNI ROVIGHI, Sofia. - Filosofo e storico della filosofia, nata il 28 settembre 1908 a S. Lazzaro di Savena (Bologna), professore ordinario presso l'università Cattolica di Milano (1951-78), successivamente di storia della filosofia medievale, di st... Leggi

Argomenti correlati

Lercaro, Giacomo

Lercaro, Giacomo. - Ecclesiastico (Quinto al Mare 1891 - San Lazzaro di Savena 1976); sacerdote (1914), arcivescovo di Ravenna (1947), poi di Bologna (1952-68), dal 1953 cardinale. Ebbe parte attiva nel concilio Vaticano II: membro della commissione

Bertèlli, Luigi

Bertèlli, Luigi. - Pittore italiano (San Lazzaro di Savena 1833 - Bologna 1916). Autodidatta, in un viaggio a Parigi (1867) potè conoscere le opere dei maestri di Barbizon e fu particolarmente colpito da J.-F. Millet. Paesista di grande sensibilità,

Bologna

Bologna Comune dell’Emilia (140,7 km2 con 373.026 ab. nel 2007), capoluogo dell’omonima provincia e della regione Emilia-Romagna. È posta sulla Via Emilia, a 54 m s.l.m., allo sbocco della valle del Reno. ¿ La pianta della cit

Penev ‹pènef›, Bojan

Penev ‹pènef›, Bojan. - Critico e storico letterario (Šumen 1882 - Sofia 1927). Prof. all'univ. di Sofia, ottimo conoscitore delle letterature europee, fu vicino alle impostazioni di H.-A. Taine e G. M. C. Brandes. Oltre che di studî sull'epoca della

Invia articolo Chiudi