Àccio, Lucio

Enciclopedie on line

Àccio, Lucio (lat. L. Accius). - Poeta latino (n. Pesaro 170 - m. intorno all'84 a. C.); di origine servile, ebbe nella sua lunga vita rinomanza e fortuna. [...] si sa bene quale dei tre di tal nome). Col suo stile alto e sonoro, Accio, Lucio introduce nel teatro tragico latino un carattere di teatralità turgida e ridondante. Scrisse anche ... ... Leggi
CATEGORIA: BIOGRAFIE

accio

Enciclopedia Dantesca (1970)

acciò. - In Rime dubbie XXIV 12, come congiunzione coordinativa conclusiva, col valore di " perciò ", collocata all'inizio di periodo (e con costruzione [...] simmetrica a quella della terzina precedente) : Acciò richero voi, di gran valore, / che non v'aggrevi di mandarmi a dire / in qual [voler] m'affermi. ... ... Leggi

accio che

Enciclopedia Dantesca (1970)

acciò che. - La congiunzione subordinativa viene rappresentata dagli editori delle opere di D. con grafia non unita; è infatti sentita distinta nei suoi [...] ciò sia che ' (" essendo che "), in Cv I VIII 4 dare a molti è impossibile sanza dare a uno, acciò che uno in molti sia inchiuso; e III XV 3 lo quale [il fatto che resti nell'uomo ... ... Leggi

ACCIO, Lucio

Enciclopedia dell' Arte Antica (1973)

ACCIO, Lucio (L. Accius). - Poeta latino nato a Pesaro nel 170 a. C. e morto intorno all'84 a. C. Era di origine servile, scrisse tragedie di cui restano [...] Spagna dedicò il tempio di Marte nel Campo Marzio (Plin., Nat. hist., xxxvi, 26), ACCIO, Lucio sembra che componesse l'iscrizione dedicatoria in versi saturnî (Schol. Bob. in Cic ... ... Leggi

Sedano

Lingua italiana (2008)

"(botanica) Ortaggio a costole aromatiche e commestibili".       Lombardia Sellero Umbria Sellero Lazio Sellaro, Sellero Abruzzo Accio, Sellaro Campania [...] Accio Puglia Accio Calabria Accio Basilicata Accio Sicilia Accia   ... ... Leggi

liberalmente

Enciclopedia Dantesca (1970)

. - Con il valore di " generosamente ", " largamente ", l'avverbio ricorre soltanto in Cv I I 9 E acciò che misericordia è madre di beneficio, sempre liberalmente coloro che sanno porgono de la loro buona ricchezza a li veri poveri. ... Leggi

predire

Enciclopedia Dantesca (1970)

(predicere). - Nel senso di " premettere ", " esporre una cosa prima di altre ", in Cv II II 6 Acciò che più non sia mestiere di predicere queste parole per le sposizioni de l'altre [canzoni], dico che questo ordine... tenere intendo per tutti li altri. " Preannunziare ", e quindi " prevedere ", in ... Leggi

vergare

Enciclopedia Dantesca (1970)

. - Nel significato di " tracciare segni ", e quindi nel sintagma ‛ vergare carte ', " scrivere ", ricorre in Pg XXVI 64 ditemi, acciò ch'ancor carte ne verghi, / chi siete voi, nelle parole di D. a Guido Guinizzelli (lo stesso sintagma è presente anche in Petrarca, nel sonetto Alma gentil, cui ... Leggi

adempiere

Enciclopedia Dantesca (1970)

[adempiesse, I singol. imperf. congiunt.] - Con costrutto transitivo, nel senso di " soddisfare " a una richiesta, in Vn XLI 1 acciò che... adempiesse li loro prieghi; vale " appagare ", " esaudire " (con valore passivo) in Pd XV 66 perché 'l sacro amore [cioè lo spirito di carità che infiamma tutti ... Leggi

spregiativo

Enciclopedie on line

In linguistica, alterazione spregiativo, procedimento grammaticale consistente nell’aggiungere al tema di sostantivi e aggettivi un suffisso (in italiano [...] generalmente -accio) che esprime un’intenzione di disprezzo; quindi nome spregiativo, o forma spregiativo, la parola così derivata. ... ... Leggi
CATEGORIA: GRAMMATICA
Pubblicità
pagina 1