amanuense

Enciclopedie on line

Copista che, prima della diffusione della stampa, copiava manoscritti, a servizio di privati o del pubblico. Nel mondo classico tale mestiere era esercitato [...] fornirono esemplari di lusso, spesso miniati. Ai fini della critica testuale l’opera dell’amanuense di professione, molto fedele all’esemplare che trascrive, è in genere più sicura ... Leggi

copista

Enciclopedie on line

copista Colui che, prima dell'invenzione della stampa, trascriveva codici. Noti anche con il nome di amanuensi, fino al 13° sec. i copista erano pressoché esclusivamente monaci, che nelle abbazie si dedicavano a realizzare per intero i libri, dalla preparazione della pergamena alla sua rilegatura. Leggi
TAGS: AMANUENSI PERGAMENA

Beowulf

Enciclopedie on line

Poema epico, il più antico tramandatoci delle letterature germaniche. Composto intorno al 700 da un Anglo, pervenutoci, trascritto da amanuensi del Wessex, in un unico manoscritto di fine 10° o primi dell’11° sec., consta di 3183 versi. Narra le gesta dell’eroe Beowulf che uccide il mostro Grendel Leggi
TAGS: POEMA EPICO AMANUENSI WESSEX

PARAGRAFO

Enciclopedia Italiana (1935)

(gr. παράγραϕος). - Segno grafico posto anticamente in margine al libro per indicare ove finiva una parte e ne cominciava una successiva, oppure quale [...] distacco in luogo dell'a capo. Gli amanuensi lo usavano in forme svariate e bizzarre, rimaste in uso anche con l'invenzione della stampa e adoperate, un po' a caso, per ... Leggi

Livi, Giovanni

Enciclopedia Dantesca (1970)

Livi, Giovanni. - Studioso di D. (Prato 1855 - Bologna 1930), direttore dell'Archivio di Stato di Bologna, nei cui fondi ha eseguito importanti ricerche, [...] soprattutto per quel che riguarda il soggiorno di D. a Bologna e i primi amanuensi e commentatori bolognesi della Commedia, ricerche rifuse nel volume D., suoi primi cultori, sua ... Leggi

CALAZIA

Enciclopedia Italiana (1930)

(Calatia). - Antica città nelle vicinanze di Capua, solitamente localizzata fra Maddaloni e S. Nicola alla Strada, nella contrada S. Giacomo alle Galazze. [...] I particolari della sua storia non sono sempre chiari, anche perché sembra che gli amanuensi abbiano più volte confuso questa città con Caiazia (v. caiazzo). Certo è che prima del ... Leggi

Vario Rufo, Lucio

Enciclopedia Dantesca (1970)

Vario Rufo, Lucio (Varro). - Poeta epico e tragico romano (sec. I a.C.), amico di Virgilio e di Orazio; ricevette da Augusto, con Plozio Tucca, l'incarico [...] Pg XXII 98: motivi di ordine testuale e motivi di ordine ideologico. Presso gli amanuensi medievali è documentata un'oscillante e mutevole grafia del nome in questione secondo le ... Leggi
TAGS: PLOZIO TUCCA AMANUENSI VIRGILIO AUGUSTO ORAZIO

paragrafo

Enciclopedie on line

Segno d’interpunzione che compare negli antichi papiri greci dell’età ellenistica, consistente in una lineetta marginale fra due righe di scrittura, [...] ● Nei codici medievali, segno (prima nella forma di Γ, poi di figura) usato dagli amanuensi per porre in evidenza titoli, rubriche, parti di elenchi ecc., o anche per indicare ... Leggi

ACAZ

Enciclopedia Italiana (1929)

(ebraico 'Āḥāz; i Settanta "Αχαζ; la Vulgata Achaz; nelle iscrizioni cuneiformi Ia-hu-hà-zi, da cui sembra che il nome ebraico sia una forma apocopata [...] offerti dalla Bibbia stessa mostra che la prima almeno di queste cifre è alterata dagli amanuensi; quindi i moderni studiosi fissano la durata del suo regno fra gli anni 735-715 ... Leggi

CHELLES

Enciclopedia dell' Arte Medievale (1993)

(lat. Calae) Cittadina della Francia nordorientale (dip. Seine-et-Marne), antica sede di un monastero femminile fondato alla metà del sec. 7° dalla regina [...] Diözesan-und Dombibl., 63; 65; 67), in cui sono indicati i nomi delle amanuensi; lo studioso ha potuto dimostrare che alle stesse mani può essere attribuita anche un'altra ... Leggi
Pubblicità
pagina 1