pagina 1 di 1 - 6 risultati

amen

Enciclopedia Dantesca (1970)

(amme). - Con il comune valore di " così sia " ricorre in Pd XIV 62 Tanto mi parver sùbiti e accorti / e l'uno e l'altro coro a dicer " Amme! " (" lo quale [...] , desidera perfezione, comunica con li beati allegrezza ", Ottimo). ‛ Amme ' è la forma popolareggiante toscana (" ‛ Amme ' dice lo vulgare, ma la grammatica dice ‛ Amen ' ", Buti ... ... Leggi

GIORGIO delle Nazioni

Enciclopedia Italiana (1933)

GIORGIO delle Nazioni (fu detto, oltre che delle Nazioni, dĕ ‛ammē, anche degli Arabi, dĕ Ṭayyāyē). - Scrittore siriaco giacobita e vescovo delle tribù arabe sul confine tra la Siria e la Mesopotamia. Morì nel 724. Trattò oltre che di questioni esegetiche e del calendario, delle eclissi solari e del ... Leggi

HERMES, Johann Timotheus

Enciclopedia Italiana (1933)

HERMES, Johann Timotheus (pseudonimi Heinrich Meister e T. S. Jemehr). - Scrittore tedesco, nato il 31 maggio 1738 a Petznick presso Stargard (Pomerania), [...] da J. A. Hiller nel 1779); Für Eltern und Ehelustige, voll. 5, Lipsia 1789; Mutter, Amme und Kind in der Geschichte Herrn Leopold Kerkers, voll. 2, Berlino 1811; ecc. Bibl.: R ... ... Leggi

ebraismi

Enciclopedia Dantesca (1970)

. - Le voci di origine ebraica usate da D. risalgono tutte al latino medievale e in particolare al filone liturgico. Oltre ai pochi appellativi, saranno [...] ardere ") e kerūbh (forse di origine accadica). Si ha amen (If XVI 88) accanto ad Amme (Pd XIV 62), voce più popolare (come conferma il Buti, ad l.), dal latino ecclesiastico amen ... ... Leggi

subito

Enciclopedia Dantesca (1970)

(agg.). - È vocabolo di uso limitato alla Commedia, fuori della quale ricorre due volte nel Convivio, in esempi uno dei quali è d'incerta interpretazione, [...] Tanto mi parver sùbiti e accorti / e l'uno e l'altro coro a dicer " Amme! ", / che...: " accorti significa solitamente pronti, intelligenti, abili; qui indica quella prontezza nel ... ... Leggi

ossitono

Enciclopedia Dantesca (1970)

. - Nelle parole ossitono, cioè accentate sull'ultima sillaba di origine latina, l'uso dantesco non presenta divergenze sostanziali dall'uso moderno. Si [...] amen è dubbio in If XVI 88, sicuramente piano in Pd XIV 62, nell'adattamento popolare amme. Fuori dei nomi di tradizione greca ed ebraica poche altre parole di origine straniera ... ... Leggi
Pubblicità