Anco Màrcio

Enciclopedie on line

Anco Màrcio (lat. Ancus Marcius). - Quarto re di Roma (dal 640 al 616 a. C. secondo la tradizione). Nipote di Numa, anch'egli avrebbe restaurato la religione; conquistate molte città latine, ne avrebbe trasferita la popolazione a Roma, dando così origine alla plebe romana. Conquistato il territorio ... Leggi
CATEGORIA: BIOGRAFIE
TAGS: CAMPIDOGLIO GIANICOLO TEVERE OSTIA ROMA

ANCO MARZIO

Enciclopedia dell' Arte Antica (1958)

(Ancus Marcius). - Quarto re di Roma (640-616 a. C., secondo la tradizione). Nipote di Numa e, come questi; amante della pace, ma valoroso guerriero, anch'egli [...] ... ... Leggi

anche

Enciclopedia Dantesca (1970)

(anco). - Le due forme si alternano nel lessico dantesco senza apparente differenziazione di funzione o di significato, in prosa e in poesia, in rima e [...] suo figlio, e così sempre (Cv IV XIV 4); un'altra [anima] " I' sono Oreste " / passò gridando, e anco non s'affisse (Pg XIII 33); cfr. inoltre Cv I XI 4, II VIII 12, III XI 8, XV 8 ... ... Leggi

Giuseppe Parini

Scuola (2014)

Le superbe fortune del vile anco son fregi. Chi de la gloria è vago sol di virtù sia pago. ... Leggi

POLITORIO

Enciclopedia Italiana (1935)

. - Antichissima città dei Prisci Latini, conquistata secondo la tradizione da Anco Marzio, il quale trasportò gli abitanti a Roma relegandoli sull'Aventino. Livio (I, 33) e Dionisio (III, 37, segg.) parlano di un tentativo di ripopolamento della città per parte dei Latini contrarî a Roma, tentativo ... Leggi

accapricciare

Enciclopedia Dantesca (1970)

. - Per " provare orrore ", " inorridire ", in If XXII 31 I' vidi, e anco il cor me n'accapriccia, essendo comune nei ‛ verba sentiendi ' lo scambio tra le forme intransitive e quelle intransitive pronominali accapricciare accapricciarsi '). " Istud vocabulum [accapriccia]... est nomen tuscum, et ... Leggi

litare

Enciclopedia Dantesca (1970)

. - Latinismo, che si registra, come infinito sostantivato, in Pd XIV 93 E non er'anco del mio petto essausto / l'ardor del sacrificio, ch'io conobbi / esso litare stato accetto e fausto, cioè " il sacrificare ", " il sacrificio ". ... Leggi

Tarquinio Prisco

Enciclopedie on line

Tarquìnio Prisco (lat. L. Tarquinius [Priscus]). - Quinto re di Roma (dal 616 al 578 a. C.). Succeduto al re Anco, ebbe un ruolo importante nelle lotte [...] di Lucio Tarquinio. Divenuto caro al re Anco, alla sua morte sarebbe riuscito a farsi di regno sarebbe stato fatto uccidere dai figli di Anco. Il regno dei Tarquini (T. Prisco e ... ... Leggi

piglio

Enciclopedia Dantesca (1970)

. - Solo nella locuzione ‛ dar di piglio '. In senso proprio vale " afferrare, prendere con decisione ": If XXII 73 Draghignazzo anco i volle dar di piglio / giuso a le gambe; XXIV 24 (in questi due esempi è in rima equivoca con piglio, " aspetto del volto "); Pg I 49. Estensivamente, come sinonimo ... Leggi

TELLENE

Enciclopedia Italiana (1937)

. - Piccola città del Lazio, una delle trenta della famosa Lega latina. Era circondata da mura quando fu presa da Anco Marcio insieme con Politorio e Ficana, e i suoi abitanti furono trasferiti a Roma. Sebbene Dionigi ne parli come ancora in efficienza nelle lotte che seguirono la cacciata dei ... Leggi
Pubblicità
pagina 1