pagina 1 di 32 - 376 risultati

Bianchi, Angelo

Enciclopedie on line

Mineralogista e petrografo italiano (Casalpusterlengo 1892 - Padova 1970). Professore all'università di Padova dal 1926, primo in Italia a indirizzare gli studî petrografici a problemi d'interesse generale. Fra i suoi numerosi e importanti contributi vanno segnalate le ricerche morfologiche, chimiche e genetiche sui minerali della Val d'Ossola e del Miage e gli studî petrografici nella Val Devera, nelle Isole Egee e nel massiccio dell'Adamello.... Leggi

ALTRI RISULTATI PER Angelo Bianchi

BIANCHI, Angelo

Dizionario Biografico degli Italiani (1988)

Figlio di Giacomo e di Maria Platner, nacque a Casalpusterlengo (Milano) il 20 dic. 1892. Si laureò in scienze naturali presso l'università di Pavia, sotto la guida di Luigi Brugnatelli, nel 1915... Leggi

BIANCHI, Angelo

Dizionario Biografico degli Italiani (1968)

Nacque in Como il 25 nov. 1799 dalla guardia carceraria Francesco e da Maria Zoini. Non si sa né quando né perché assumesse il nom de plume Aurelio Bianchi-Giovini, che appare fin dai suoi primi scritti... Leggi

BIANCHI, Angelo

Enciclopedia Italiana - II Appendice (1948)

Mineralogista, nato a Casalpusterlengo (Milano) il 20 dicembre 1892... Leggi

Risultati relativi a Angelo Bianchi

BIANCHI-GIOVINI, Aurelio

Enciclopedia Italiana (1930)

Nato a Como da Francesco Bianchi e da Maria Zoini il 25 novembre 1799. Il suo vero nome era Angelo Bianchi, che egli cambiò in Aurelio Bianchi-Giovini. Terminati gli studî, fu impiegato, come correttore delle stampe, nella Tipografia Elvetica, dalla quale passò alla Tipografia Ruggia e Comp. Nel n... Leggi

Bianchi-Giovini, Aurelio

Enciclopedie on line

Giornalista e uomo politico (Como 1799 - Napoli 1862); il suo vero nome era Angelo Bianchi. Espulso dal Canton Ticino (1835), si trasferì a Milano (fino al 1847) e poi a Torino (1848), dove fu redattore capo dell'Opinione, organo liberale. Eletto deputato nel 1849, nel 1850, per violenti attacchi all'Austria e al papa, fu espulso (ministero d'Azeglio) dal Piemonte; ma vi tornò poco dopo, sotto il Cavour, e nel 1852 fondò L'Unione, agitando anche in libri e opuscoli... Leggi

La geologia e la conoscenza della Terra

Il Contributo italiano alla storia del Pensiero – Scienze (2013)

La geologia italiana e il contesto europeo dopo l’Unità Negli anni Sessanta dell’Ottocento, la presenza degli studi italiani di scienze della Terra, all’interno di un dibattito internazionale che sviluppa specifici indirizzi disciplinari quali stratigrafia, paleontologia, vulcanologia e sismologia, non appare particolarmente rilevante rispetto al ruolo ricoperto dalle ricerche di provenienza britannica, francese e tedesca... Leggi

La genetica nel Novecento

Il Contributo italiano alla storia del Pensiero – Scienze (2013)

La riscoperta delle leggi di Mendel e lo sviluppo della genetica agraria Le leggi di Mendel furono menzionate in Italia per la prima volta dal botanico Giuseppe Cuboni (1852-1920) in un lavoro del 1903. Egli ne venne a conoscenza probabilmente attraverso colleghi tedeschi nel corso del VII Congresso internazionale di agricoltura, che si tenne in quell’anno a Roma (Di Trocchio 1989, pp. 157-58). Le prime sperimentazioni cominciarono nel biennio 1905-1906, a opera di botanici, fisiologi vegetali e agrari, oppure di zoologi interessati all’allevamento e alla zootecnia... Leggi

La rivoluzione scientifica. Fonti

Storia della Scienza (2002)

Fonti Per le raccolte generali più frequentemente citate sono usate, nel testo, le seguenti abbreviazioni: AT [Adam, Tannery] = Descartes, René, Oeuvres, publiées par Charles Adam et Paul Tannery, Paris, Éditions du Cerf, 1897-1913, 13 v. (2. ed.: Paris, Vrin-CNRS, 1964-1974, 11 v. in 12 tomi; rist.: Paris, Vrin, 1996; i rimandi nel testo si riferiscono alla seconda edizione). EN [Edizione Nazionale] = Galilei, Galileo, Le opere, edizione nazionale a cura di Antonio Favaro, Firenze, Barbèra, 1890-1909, 20 v. (2. ed.: 1929-1939; 3. ed.: 1964-1966; 4. ed.: 1968)... Leggi

angelo

Enciclopedia Dantesca (1970)

Significa, quasi sempre al plurale, le Intelligenze celesti, che sono sostanze separate dalla materia: Cv II II 7 intendo certe Intelligenze, o vero per più usato modo volemo dire Angeli; IV 2 li movitori di quelli [cieli] sono sostanze separate da materia, cioè intelligenze, le quali la volgare gente chiamano Angeli; Vn VIII 1, XXXIII 8 24, Pg XXXII 74, Pd X 53, XX 102... Leggi

I 'bianchi': la tecnologia in cucina

Il Contributo italiano alla storia del Pensiero - Tecnica (2013)

I ‘bianchi’: la tecnologia in cucina Una storia di successo L’industria italiana degli elettrodomestici è stata – nonostante i colpi della crisi economica tra primo e secondo decennio del 21° sec. – una storia di successo... Leggi

Poliziano, Angelo

Enciclopedia Dantesca (1970)

Umanista e poeta (Montepulciano 1454 - Firenze 1494). Minimo e marginale l'influsso di D. nell'opera sua, come anche risulta dal paragone con uomini che gli furono vicini, Landino, Ficino, Pulci, Lorenzo de' Medici, i quali tutti subirono tanto più fortemente quell'influsso. Partecipe della tradizione fiorentina, il P. non si adeguò mai a essa e mirò, come già l'Alberti, a una tradizione più ampia e più larga, al remoto passato e al futuro, anche - e fin troppo - al... Leggi

Roma

Enciclopedie on line

Città del Lazio, capitale della Repubblica Italiana; capoluogo di regione e di provincia (Comune di 1307,7 km2 con 2.718.768 ab. nel 2008).Il problema dell’etimologia del nome di R. si era presentato già alla mente degli antichi, ma le soluzioni da essi offerte non reggono alla critica scientifica. È impossibile che Rōma derivi da Rōmŭlus, vero pare piuttosto l’inverso (come aveva già intravisto Filargirio). La derivazione accolta più favorevolmente nell’antichità era quella del gr. ῥώμη «forza», ma questa sembra solo un’etimologia erudita... Leggi

Perugia

Enciclopedie on line

Comune dell’Umbria (449,9 km2 con 163.287 ab. nel 2008), capoluogo provinciale e regionale. È posta su un colle a 493 m s.l.m. nella Valle Tiberina, presso l’incrocio di importanti vie di comunicazione, che la collegano con il Lazio e l’Emilia attraverso la valle del Tevere, con la Toscana (Val di Chiana) e con le città dell’Umbria orientale e delle Marche (Ancona). In origine centro abitato degli Umbri, poi possesso degli Etruschi e dei Romani, P. era cinta di mura, di cui si conservano notevoli resti... Leggi