pagina 1 di 2 - 20 risultati
(arm. Hayastan) Regione fisica e storica dell’Asia sudoccidentale, estesa fra 38° e 41° lat. N e 37° e 47° long. E Gr. e ampia circa 140.000 km2. Dal punto di vista fisico l’A. s’identifica con l’Acrocoro Armeno, vasto complesso ondulato di alteterre, delimitato a N dalla sezione orientale dei Monti Pontici, a NE dal Piccolo Caucaso e a S dal Tauro armeno; come limiti occidentale e orientale si scelgono abitualmente il corso dell’Eufrate e la depressione di Urmia... Leggi

ALTRI RISULTATI PER Armenia

Armenia (2014)

bandiera posizione mappa Dati geograficiL’Armenia è una piccola repubblica del Caucaso meridionale indipendente dall’Unione Sovietica dal settembre 1991... Leggi

Armenia (2013)

bandiera posizione mappa Dati geografici L’Armenia ha ottenuto l’indipendenza dall’Unione Sovietica, della quale aveva fatto parte sin dal 1920, nel settembre 1991... Leggi

Armenia (2012)

Bandiera Posizione Carta fisico-politica Dati geo-amministrativi L’Armenia ha ottenuto l’indipendenza dall’Unione Sovietica, della quale aveva fatto parte sin dal 1920, nel settembre 1991... Leggi

Armenia (2010)

Regione fisica e storica dell’Asia sudoccidentale. In A. si costituì nel 1° millennio il regno urrita di Urartu; sottoposta al dominio achemenide (secc... Leggi

Armenia
ArmeniaGeografia umana ed economica di Anna BordoniStato della Transcaucasia. Secondo una stima delle Nazioni Unite, tra il 1990 e il 2000 la popolazione ha registrato un forte decremento (−1,2% annuo), che si è attenuato nei primi anni del 21° sec Leggi

ARMENIA (2000)

 (IV, p. 445; App. II, i, p. 253; III, i, p. 132; v. urss, XXXIV, p. 816; App. I, p. 1098; II, ii, p. 1065; III, ii, p. 1043; IV, iii, p. 754; V, v, p. 697)Geografia umana ed economica PopolazioneNel 1998 la popolazione ammontava a 3.536 Leggi

ARMENIA (1991)

(gr. 'Αϱμενία; lat. Armenia; armeno Hayastan)Vasta regione storica dell'Asia anteriore che, verso i secc. 7° e 6° a.C Leggi

ARMENIA (1961)

(IV, p. 445; App. II, 1, p. 253) Leggi

ARMENIA (1958)

(᾿Αρμενία Armenĭa) Leggi

ARMENIA (1948)

(IV, p. 445) Leggi

ARMENIA (1929)

(Armina nelle iscrizioni degli Achemenidi; armeno Hayastan o Haykh; A. T., 73-74) Leggi

CALCIO - Armenia

calcio - ArmeniaFEDERAZIONEDenominazione ufficiale: Football Federation of ArmeniaAnno di fondazione: 1992Anno di affiliazione FIFA: 1992NAZIONALEColori: rosso-blu-arancionePrima partita: 16 maggio 1994, Stati Uniti-Armenia, 1-0Albo d'oro: nessun torneo vintoAlbo d'oro della nazionale giovanile: nessun torneo vintoGiocatore con il maggior numero di presenze: Artur Petrosyan (54)Giocatore con il maggior numero di gol: Artur Petrosyan (8)MOVIMENTO CALCISTICOFormula del Campionato: 8 squadre... Leggi

Armenia, Repubblica di

Stato della Transcaucasia. Confina a N con la Georgia, a E e a SE con l’Azerbaigian, a S con l’Iran e a O con la Turchia. Il territorio, privo di sbocco al mare e con un’altezza media di 1800 m, culmina nel Monte Aragac, di origine vulcanica (4090 m). Gli elementi idrografici più significativi sono il Lago di Sevan (1244 km2) e i corsi d’acqua tributari dei fiumi Kura e Arasse (per altre caratteristiche fisiche ➔ Armenia). 1. PopolazioneLa popolazione, che nel 1920 era di 780... Leggi

TIRIDATE di Armenia

È il primo e più illustre regnante dell'Armenia cristiana sotto la protezione di Roma e al riparo dalle mene dei Sāsānidi; fedele alleato dell'impero romano, per le sue imprese militari chiamato da Diocleziano "collega di trono, compagno d'armi" o "confederato". La feroce persecuzione di Diocleziano contro i cristiani si era propagata anche in Armenia: che T., allora pagano, seguisse la politica dei Cesari, è testimoniato dagli scrittori che lo descrivono... Leggi

CENEPOLI d'Armenia

Venne costruita nel bacino superiore dell'Araxes a NO. di Artaxata al tempo della guerra di Marco Aurelio contro Vologeso III re dei Parti. Dopo che Stazio Prisco in questa guerra (162-164) ebbe distrutta la capitale armena Artaxata, venne fondata e stabilmente presidiata dai Romani la "nuova capitale" del paese Καινὴ πόλιη. Da un'iscrizione latina del tempo di Commodo risulta che Cenepoli nel 185 aveva un forte presidio romano. Mosè di Corene dice che la città sarebbe... Leggi

Leóne II re di Armenia-Cilicia

Succeduto (1187) nella signoria al fratello Rupen II, ottenne dall'imperatore Enrico VI la corona reale (1199), fondando il regno della Nuova Armenia o di Cilicia. Organizzò il regno sul modello dei principati franchi d'Oriente, e introdusse la legislazione franca di Antiochia (Assise d'Antiochia), che fece tradurre in armeno. Morì nel 1219.... Leggi

Giovanni I Mandakuni katholikòs di Armenia

Katholikòs armeno (sec. 5º). Presente al sinodo di Sahapivan (447), nel 452 soffrì gravi torture per la fede e come tale ebbe titolo di "confessore". Dal 480 al 487 (o 484-98) fu katholikòs dell'Armenia. Occupa un notevole posto nell'antica letteratura armena per i suoi Inni e le Omelie. Venerato come santo/">santo nella chiesa armena.... Leggi

Gregòrio IV Tlay katholikòs di Armenia

Katholikòs (m. 1193); a lui si deve se nel sinodo di Hromklay (1179) 33 vescovi armeni si dichiararono apertamente per la comunione con Roma secondo la professione di fede redatta da Narsete il Grazioso, suo zio. Ne seguì nel 1184 un'ambasciata armena a papa Lucio III che concesse a G. l'anello, il pallio e i libri rituali.... Leggi

Gregòrio III Pahlaw katholikòs di Armenia

Katholikòs (1096-1166) a partire dal 1113; contro l'atteggiamento degli imperatori bizantini precisò meglio i legami della Chiesa armena con Roma ed ebbe corrispondenza con i papi Onorio II, Innocenzo II ed Eugenio III. Partecipò ai concilî latini di Antiochia (1139) e di Gerusalemme (1142). Ha lasciato la sua corrispondenza e composizioni innografiche; fu il primo katholikòs che ricevette il pallio.... Leggi

Leóne IV re di Armenia-Cilicia

Nipote di Hethum II, nel 1307 cercò di far approvare dal primo Concilio di Sis una nuova professione di fede e modifiche rituali sulla base del rituale romano (preparate dal katholikòs Gregorio VII Anawarzeci), ma il popolo si sollevò e sollecitò l'intervento del mongolo Bilarghu, che mise a morte L. e i suoi seguaci (1307).... Leggi

Categoria:

Tags:

Leóne III re di Armenia-Cilicia

Figlio di Hethum I, gli successe nel 1270, trovandosi di fronte alle stesse sue difficoltà: instabilità interna e ostilità dei sultanati di Egitto e di Iconio. Dopo aver subito una prima invasione dei Mamelucchi di Baibars (1274), nel 1276, creata intorno a sé l'unità di tutti i principi armeni, riuscì a battere durevolmente gli Egiziani e, nel 1278, i Selgiuchidi di Iconio. Morì nel 1289.... Leggi

Categoria:

Tags:

Leóne V re di Armenia-Cilicia

Successe a Oshin e durante il suo regno (1320-42) intensificò i contatti con i Latini, che però gli inviarono ben scarsi aiuti quando il sultano d'Egitto, Nasir, invase l'Armenia. Dopo averlo costretto a rompere ogni contatto con l'Europa, Nasir lo lasciò regnare sino alla morte.... Leggi

Categoria:

Gregòrio VI Apirat katholikòs di Armenia

Ultimo katholikòs armeno della famiglia dei Pahlavuni (1194-1203); insieme a Leone II, re di Cilicia, difese con fermezza l'unione della Chiesa armena con Roma, tanto che Leone fu incoronato re a Tarso il 6 genn. 1199 da Innocenzo III per mano di Corrado Wittelsbach, arcivescovo di Magonza, e negli anni 1199-1203 guidò una ambasciata armena a Roma.... Leggi

Categoria:

Tags: