D'Alba, Auro

Enciclopedie on line

D'Alba, Auro. - Pseudonimo dello scrittore italiano Umberto Bottone (Schiavi d'Abruzzo 1888 - ivi 1965). Partecipò al movimento futurista, ma la sua ispirazione più intima rimase crepuscolare. Aderì al fascismo in posizione di rilievo. Ha pubblicato varî libri di versi (Baionette, 1915; Cosmopolite, ... Leggi

BOTTONE, Umberto

Dizionario Biografico degli Italiani (1971)

BOTTONE, Umberto (Auro d'Alba). - Nacque a Schavi d'Abruzzo il 14 marzo 1888 da Giuseppe e da Maria Amici. Amico di Sergio Corazzini ed introdotto in un [...] 1927; C. Pelizzi, Le lettere ital. nel nostro secolo, Milano 1929, pp. 227 s.; N. Sigillino, Auro d'Alba, Roma 1931; L. Tonelli, Profilo: A. d'Alba, in L'Italia che scrive, XVI ... ... Leggi

Cieldauro

Enciclopedia Dantesca (1970)

. - Chiesa di San Pietro in Ciel d'Oro (per il Lana Sancta Maria del Cel d'auro ', per il Buti Santa Maria in Cieldauro') in Pavia, ricordata da D. in Pd X 128, come il luogo in cui fu sepolto Boezio: lo corpo ond'ella fu cacciata giace / giuso in Cieldauro; ed essa da martiro / e da essilio venne a ... Leggi

CURIO Dentato, Manio

Enciclopedia Italiana (1931)

CURIO Dentato, Manio (CURIO Dentato, Manio′ Curius CURIO Dentato, Manio′ f. CURIO Dentato, Manio′ n. Dentatus). - Uno dei grandi Romani del sec. III a. [...] CURIO Dentato, Manio, quem nemo ferro potuit superare nec auro (Ennio in Cic., De Rep., III, 6). Homo novus di origine municipale, di famiglia non ricca e da lui non arricchita, ... ... Leggi

topazio

Enciclopedia Dantesca (1970)

. - Metafora per " beato " che D. usa due volte (sempre in rima) nel Paradiso, suggeritagli dalla dorata luminosità di questa pietra (cfr., ad es., Intelligenza [...] XXVI 5 " Topazio... / ha color d'auro a splendiente lume "). Nel rosseggiante cielo di Marte D. si rivolge alla luce di Cacciaguida, che forma con le altre una luce di fuoco, ... ... Leggi

Metauro

Enciclopedie on line

Fiume appenninico del versante adriatico: è il maggior corso d’acqua del Piceno (110 km; bacino di 1400 km2). Ha origine nell’Alpe della Luna dai due [...] rami sorgivi Meta e Auro, dai quali si denomina l’intero corso del fiume. Dopo la confluenza del Candigliano scorre in un’ampia vallata e, attraverso fertili piane alluvionali, ... ... Leggi

DORIA, Giovanni Antonio

Dizionario Biografico degli Italiani - Volume 41 (1992)

DORIA (d'Oria), Giovanni Antonio (Gianantonio). - Nacque a Desenzano del Garda (Brescia) il 27 febbr. 1717 da Francesco e Caterina Caprioli, ed ebbe come [...] anch'egli organaro, che operò prevalentemente nel Trentino, sono noti alcuni interventi di rest auro sugli organi della pieve di Riva del Garda, con l'aiuto di Alessio Rubini, nel ... ... Leggi
CATEGORIA: BIOGRAFIE

rame

Enciclopedia Dantesca (1970)

. - In senso proprio, il termine compare in due luoghi dell'Inferno, nell'indicazione della materia da cui è formata la statua del veglio di Creta: La [...] descrizione della statua sognata da Nabucodonosor: Dan. 2, 31-33 " Huius statuae caput ex auro optimo erat, pectus autem et bracchia de argento, porro venter et femora ex aere ") e ... ... Leggi

CAELATOR

Enciclopedia dell' Arte Antica (1959)

. - Era a Roma, in senso stretto, colui che incideva col cesello (caelum) ogni materiale duro, come pietra, avorio, legno, vetro, ma soprattutto metallo; [...] preziose, altri metalli, smalti). È obiettivamente reale la definizione di Quintiliano: caelatura quae auro, argento, aere, ferro opera efficit (Inst. orat., II, 21, 8). Dalle mani ... ... Leggi

CAELATURA

Enciclopedia dell' Arte Antica (1959)

. - La glossa greca corrispondente - non traduzione - è τόρευσις, cioè l'arte di incidere il metallo - in particolare l'argento - e prende nome dallo strumento [...] è anche c.: dice infatti Quintiliano (Inst. orat., ii, 21, 8): .... caelatura quae auro, argento, aere, ferro, opera efficit. Plinio (Nat. hist., xxxiii, passim) nel menzionare i ... ... Leggi
Pubblicità
pagina 1