pagina 1 di 1 - 3 risultati

auso

Enciclopedia Dantesca (1970)

. - Participio di ‛ ausare ', " osare ", appare unicamente in Pd XXXII 63 Lo rege per cui questo regno pausa / in tanto amore e in tanto diletto, / che [...] Purg., XI, 126; XX, 149; Par., XIV, 130) ". Ma si noti che la forma auso, con la conservazione del dittongo, potrebbe essere invece di ascendenza siciliana: nel siciliano, infatti ... ... Leggi

oso

Enciclopedia Dantesca (1970)

[cfr. Parodi, Lingua 260]. - Aggettivo, dal latino ausus (participio passato di audeo), usato sempre come predicativo, due volte nel Convivio e tre nella [...] Scartazzini-Vandelli). Cfr. ancora Pd XIV 130 Forse la mia parola par troppo osa, / posponendo il piacer de li occhi belli, " parrà troppo ardita " (Ottimo). V. anche AUSO; OSARE. ... ... Leggi

latinismi

Enciclopedia Dantesca (1970)

. - Non c'è bisogno di ricordare quale importanza abbia avuto durante i secoli l'arricchimento del lessico italiano (come del resto quello delle altre [...] come parecchi participi passati (e tempi composti formati con essi): è adulto, affetto, è àuso, ebber commota, sarà detruso, moto, oblito, preciso, repleto, setto, ecc. Ci colpisce ... ... Leggi
Pubblicità