pagina 1 di 17 - 199 risultati

Bolsena

Enciclopedie on line

Comune della prov. di Viterbo (63,9 km2 con 4181 ab. nel 2007). Il centro è situato a 350 m s.l.m., sulla sponda NE del lago omonimo. Il borgo medievale è sul pendio; la parte nuova si sviluppa lungo la riva del lago. Frequentata località di villeggiatura, B. è anche centro della pesca e della navigazione sul lago. Già città etrusca (Velsna), poi municipio romano (Volsinii), fu semidistrutta dalle invasioni barbariche. Nell’8° sec... Leggi

ALTRI RISULTATI PER Bolsena

BOLSENA

Enciclopedia dell' Arte Antica (1994)

Dall'Età del Bronzo alla tarda età imperiale e cristiana, la zona di B. e del suo lago ha avuto una storia originale... Leggi

BOLSENA

Enciclopedia dell' Arte Antica (1973)

Gli scavi della Scuola Francese di Roma, diretti da R. Bloch, sono proseguiti fino al 1961 e proseguono tuttora sotto la direzione di membri della Scuola.Il Bloch aveva scavato, fino al 1952, nell'ambito della città di B... Leggi

Bolsena

Enciclopedia Dantesca (1970)

. - Lago dell'Italia centrale citato da D... Leggi

BOLSENA

Enciclopedia dell' Arte Antica (1959)

. - Piccola città in provincia di Viterbo, sul lago omonimo, nella parte centrale dell'antica Etruria. Per alcuni studiosi B. dovrebbe identificarsi con la città etrusca e romana di Volsini (etr. Velsna)... Leggi

BOLSENA

Enciclopedia Italiana (1930)

Paese della provincia di Viterbo, situato a 350 m. s. m. sul declivio nord-orientale della cinta che racchiude il lago omonimo (v. sotto). Il centro conta 2821 ab., l'intero comune 3635 Leggi

Risultati relativi a Bolsena

L'Italia preromana. I siti etruschi: Bolsena

Il Mondo dell'Archeologia (2004)

BOLSENA La città etrusca di Orvieto (lat. Volsinii), distrutta dai Romani nel 264 a.C., fu rifondata nel sito dell’attuale B. (lat. Volsinii  Novi), sulle rive orientali del lago omonimo, secondo una strategia di intervento che la conquista romana adottò, ad esempio, anche nel caso di Falerii. In effetti i dati archeologici, incrementati notevolmente in questi ultimi anni dagli scavi della Scuola Francese di Roma, sembrano dimostrare l’assenza di testimonianze monumentali significative, nell... Leggi

Adami, Andrea

Enciclopedie on line

Musicista (Bolsena 1663 - Roma 1742). Cantore (1689) e maestro dal (1714) della Cappella pontificia, fu poi compositore e trattatista. Pubblicò: Osservazioni per ben regolare il Coro dei cantori della Cappella pontificia... (1711).... Leggi

BAGNOREGIO

Enciclopedia dell' Arte Antica (1994)

Centro minore del territorio volsiniese, ubicato su un itinerario protostorico collegante il grande gomito del Tevere con il lago di Bolsena, a c.a 10 km a S di Orvieto e 9 a E di Bolsena. Acquistò autonomia e importanza nell'Alto Medioevo, grazie alla posizione di confine tra il regno longobardo e il ducato romano. Fu allora a capo di un'estesa diocesi (menzionata dall'anno 600) col nome inesplicato di Balneum regis (Greg. M., Epist., χ, 34; Paul. Diac., Hist. Lang., IV, 32; An... Leggi

VOLSINIESE, Ceramica

Enciclopedia dell' Arte Antica (1966)

Produzione attribuita alla città di Bolsena, la Volsinii Novi, databile alla fine del III - II sec. a. C. I vasi sono ornati da rilievi ed argentati con sottili lamine d'argento; tuttavia non tutti hanno l'argentatura e quelli argentati non sempre hanno conservato intatta la lamina, che il tempo ha consunto... Leggi

Amalasunta

Enciclopedie on line

Regina degli Ostrogoti (m. Bolsena 535), figlia di Teodorico, alla morte di questo (526) governò per il proprio figlio Atalarico, nato dalle sue nozze con Eutarico. Dimostrò aperta confidenza nei Romani e prudenza nella politica esterna, giungendo anche a un accordo con l'Oriente. Morto Atalarico (534), accettò di dividere la responsabilità del regno con il cugino Teodato, ma questi poi la relegò in un castello sul lago di Bolsena dove la fece sopprimere.... Leggi

Cristina

Enciclopedie on line

. - Nome di tre sante: 1` Cristina, martirizzata a Bolsena, forse nella persecuzione di Diocleziano. Testimoniano il suo culto la grande catacomba (sec. 4º, scoperta 1880), costruita sul luogo del suo sepolcro, e la sua immagine con la corona del martirio (sec. 6º) sul mosaico parietale in S. Apollinare Nuovo di Ravenna. Una leggenda greca composta in Egitto (priva di valore storico) ne fa una martire di Tiro. Con varî attributi, riferiti ai suoi diversi supplizî (la mola, la ruota, le frecce... Leggi