pagina 1 di 4 - 47 risultati

quercia

Forza e solidità Alcune sempreverdi, altre caducifoglie, le querce sono alberi impollinati dal vento e producono ghiande, i loro tipici frutti. Leccio, sughera, farnia, rovere, roverella e cerro sono solamente alcune specie di querce che in epoche passate formavano ampie foreste. Attualmente costituiscono boscaglie sempre più ristrette e marginali poiché l’uomo ha abbattuto gran parte delle foreste per favorire le proprie attività Foglie e ghiande, caratteri da osservare con attenzione Le... Leggi

caduta

botanica  C. delle foglie Il processo del distacco delle foglie, nelle piante caducifoglie. È provocato dal differenziamento alla base del picciolo di una zona di abscissione, costituita da strati di cellule parenchimatiche povere di lignina e suberina e in cui gli elementi vascolari sono molto brevi. Le modalità di c., controllata dal tenore di auxine e accelerata dalla presenza di acido abscissico, variano da pianta a pianta, ma in ogni caso il processo avviene in modo da non lasciare... Leggi

caducifòglia

Pianta che perde le foglie ogni anno, al sopravvenire della stagione sfavorevole (per es. il faggio), in contrapposizione a sempreverdi.... Leggi

Clima e ambiente nel Quaternario

LO STUDIO DEI PALEOCLIMI di Antonio Longinelli In questo ambito di ricerca, infatti, pur essendo noto da tempo il fatto che la radiazione solare, sia termica che nontermica, e l'emissione di particelle fossero fattori di rilevante importanza nel determinare le condizioni climatiche del nostro pianeta, con lo sviluppo degli studi ci si è resi conto che il "sistema clima" è estremamente complesso... Leggi

Ecologia

di Paul Duvigneaud SOMMARIO: 1. Introduzione e definizioni. □ 2. L'ecologia agli inizi del XX secolo. □ 3. Metabolismo dell'individuo e della popolazione. □ 4. La popolazione: a) numero e densità degli individui; b) natalità, mortalità, crescita; c) equilibrio e fluttuazioni; curve di crescita; d) struttura; e) metabolismo; f) relazioni con lo spazio; area; g) competizione interspeciflca; h) competizione intraspecifica; i) aggregazione; 1) eterogeneità e genetica delle popolazioni: l'ecotipo. □ 5... Leggi

alberi

Un esempio di organismi adattati all'ambienteOsservando un albero e soffermandosi sul suo aspetto generale, sulla sua chioma, sulla forma delle sue foglie, si può scoprire che ogni esemplare è adattato all'ambiente in cui vive: a volte, infatti, esso si presenta rigoglioso; altre volte, invece, mostra una crescita stentata, soprattutto quando le condizioni ambientali non risultano favorevoli al suo sviluppo... Leggi

magnòlia

magnòlia Pianta della famiglia Magnoliacee. Ne esistono numerose specie: arboree o arbustive, caducifoglie o sempreverdi, con grandi fiori profumati, spesso coltivate nei giardini; fra queste ultime una delle più comuni è la Magnolia grandiflora dell'America Settentrionale subtropicale e temperata. In Italia è coltivata in parchi e giardini.... Leggi

Europa

(gr. Εὐρώπη, lat. Europa) Parte occidentale del continente eurasiatico, delimitata a O dall’Oceano Atlantico, a N dal Mar Glaciale Artico, a S dal Mar Mediterraneo; tutt’altro che ben definiti sono invece i suoi limiti orientali. 1. Il problema dei confiniIn origine il nome greco Eὐρώπη sembra aver designato un territorio ristretto, forse a N dell’Egeo, ma già i geografi ionici chiamavano E. tutta la terra a N del Mediterraneo; il suo limite verso E fu considerato il corso del Tanai (Don). Nella riforma dioclezianea dell’amministrazione dell’Impero romano, fu detta E... Leggi

ITALIA

Secondo Antioco di Siracusa (Dion. Halic., I, 35), il nome d' Italia derivava da quello di un potente principe di stirpe enotrica, Italo, il quale avrebbe cominciato col ridurre sotto di sé il territorio estremo della penisola italiana, compreso tra lo stretto di Messina e i golfi di Squillace e di Sant'Eufemia, e, chiamata questa regione da sé stesso Italia, avrebbe poi conquistato molte altre città... Leggi

La domesticazione delle piante e l'agricoltura: Europa preistorica e protostorica

L'agricoltura non è un fenomeno autoctono in Europa. Già sul finire dell'Ottocento e agli inizi del Novecento, botanici come A. De Candolle e storici come V. Hehn dimostrarono con diverse argomentazioni la provenienza dall'Oriente delle più antiche forme di piante e di animali domestici, mentre nel periodo a cavallo fra le due guerre mondiali il genetista N.I. Vavilov giunse a individuare otto centri di origine della domesticazione delle piante nel mondo, fra cui il Vicino Oriente... Leggi

QUERCIA

. - Nome volgare di molte specie del genere Quercus (Linneo, 1737), alberi della famiglia Fagacee. Le querce sono caratterizzate dai fiori staminiferi sempre solitarî su amenti penduli con filamenti staminali corti, senza o con un rudimento del pistillo squamiforme; i fiori pistilliferi sono talvolta solitarî o in amenti pauciflori. Lo stilo è piatto e porta lo stimma sulla faccia superiore: la cupola fruttifera è a forma di scodella con squame corte o lunghe, raramente concresciute in zone. Le foglie sono dentate o partite, di rado perfettamente intere... Leggi

IBERICA, PENISOLA

Caratteri Cenerali. - È il nome più usato dai geografi per indicare la più occidentale delle tre penisole dell'Europa meridionale. Come equivalenti si adoprano anche i nomi di Penisola spagnola (dal latino Hispania) e di Penisola pirenaica (dal nome della più elevata catena, in analogia con Pen. appenninica e Pen. balcanica); ma il nome di Pen... Leggi