Cahiers du cinéma

Enciclopedie on line

Cahiers du cinéma Periodico francese di cinema fondato nel 1951 da A. Bazin e J. Doniol-Valcroze. Negli anni 1950 e 1960 fu espressione della tendenza che ebbe il nome di «nouvelle vague», pubblicando articoli di F. Truffaut, J.-L. Godard, E. Rohmer, R. e C. Chabrol. Dal 1982 la rivista è affiancata Leggi
CATEGORIA: GIORNALISMO

cinema

Enciclopedie on line

Il complesso delle attività artistiche, tecniche, industriali che concorrono alla realizzazione di spettacoli cinematografici (film) e anche l’insieme [...] .  ● In Francia si formò (attorno al critico A. Bazin e alla rivista Cahiers du Cinéma) il movimento della nouvelle vague. Comprendeva autori piuttosto diversi tra loro e che assai ... Leggi

CINEMA ED ESTETICA ANALITICA

XXI Secolo (2009)

Soltanto negli ultimi anni in Italia gli studiosi di estetica hanno cominciato a occuparsi della riflessione elaborata dalla filosofia analitica angloamericana, [...] passati nella tradizione continentale, si pensi alla politique des auteurs portata avanti dai «Cahiers du cinéma» e alla sua difesa dell’autorialità del regista. Se già negli anni ... Leggi

Assayas, Olivier

Enciclopedie on line

Assayas ⟨asai̯à⟩, Olivier. - Regista, sceneggiatore e critico francese (n. Parigi 1955). È stato sceneggiatore e regista di alcuni cortometraggi alla fine [...] degli anni Settanta prima di diventare membro della redazione dei Cahiers du cinéma (1980-85) ... Leggi

FRANCIA

Enciclopedia Italiana - V Appendice (1992)

(XV, p. 876; App. I, p. 620; II, I, p. 969; III, I, p. 670; IV, I, p. 855) Popolazione. − Al censimento del marzo 1982 gli abitanti sono risultati 54.334.871, [...] , numero monografico di Bianco e Nero, Roma 1972; AA.VV., Situation du cinéma français, in Cahiers du Cinéma, Parigi, numeri speciali 323/24 e 325, maggio e giugno 1981; AA ... Leggi

Kiarostami, Abbas

Enciclopedia Italiana - VI Appendice (2000)

Kiarostami, Abbas Regista cinematografico iraniano, nato a Teherān il 22 giugno 1940. Grafico, fotografo, pittore, si è laureato in Belle arti all'università [...] la virtù creativa e mistificatoria del cinema. bibliografia J. Karimi, Abbas Kia 1992, 425; Qui êtes-vous Monsieur Kiarostami?, in Cahiers du cinéma, 1995, 493, pp. 67-114; A. ... Leggi

Il cinema: ricezione, riflessione, rifiuto

Cristiani d'Italia (2011)

1. Il cinema, la modernità e la doppia pedagogia della Chiesa L’atto solenne che sancisce il legame, complesso e mai del tutto al riparo da tensioni [...] di Cinecittà e dell’Istituto Luce), ma anche straniere come la storica rivista francese «Cahiers du Cinéma». La strategia di coinvolgimento di un cospicuo gruppo di docenti di ... Leggi

GIAPPONE

Enciclopedia del Cinema (2003)

Cinematografia Dalle origini alla Seconda guerra mondiale di Dario Tomasi Il cinetoscopio di Thomas A. Edison fu introdotto in GIAPPONE nel novembre [...] al secondo, in "Filmcritica", 1984, 347, pp. 387-95. V. Ostria, Tempête dans un aquarium, in "Cahiers du cinéma", 1988, 411, pp. 51-52. M. Dominicus, N. de Klerk, G. Zuilhof ... Leggi

PASOLINI, Pier Paolo

Dizionario Biografico degli Italiani - Volume 81 (2014)

PASOLINI, Pier Paolo. – Nacque a Bologna il 5 marzo 1922, primogenito di Carlo Alberto (ufficiale di carriera, appartenente al ramo secondario di una nobile [...] e Palazzo, Palermo 1995; H. Joubert Laurencin, PASOLINI, Pier Paolo: portrait du poète en cinéaste, in Cahiers du cinéma, 1995, pp. 34-46; G. Zigaina, Hostia. Trilogia della morte ... Leggi

LÉAUD, Jean-Pierre

Enciclopedia del Cinema (2003)

Léaud, Jean-Pierre Attore cinematografico francese, nato a Parigi il 5 maggio 1944. Con Anna Karina e Jean-Paul Belmondo è stato tra gli attori simbolo [...] Il suo nome è essenzialmente legato al cinema di François Truffaut e al personaggio di paracadutisti e salvato da una copia dei "Cahiers du cinéma" che tiene sotto il golf in Le ... Leggi
Pubblicità
pagina 1