pagina 1 di 58 - 691 risultati

Canal Grande

Enciclopedie on line

La maggiore via d’acqua interna di Venezia, detta localmente Canalazzo. Probabile antico alveo fluviale, attraversa la città da NO a SE tracciando una S inversa, che divide l’abitato in due parti diseguali. Lungo 3800 m, largo 30-70 m, profondo al massimo 5 m, è superato da quattro ponti (della Stazione, di Rialto, dell’Accademia, della Costituzione) e fiancheggiato da case e da ricchi palazzi che forniscono una splendida rassegna dell’architettura veneziana; da esso si diramano 45 canali minori (rii).... Leggi

Risultati relativi a Canal Grande

Il Rinascimento. Societa ed economia - La citta. La vita sociale: LA MATURAZIONE DELLO SPAZIO URBANO

Storia di Venezia (1996)

capitolo iLa maturazione dello spazio urbano1. IntroduzioneAgli inizi del XVI secolo Denis Possot, in viaggio verso i Luoghi Santi, sale, il giorno stesso del suo arrivo a Venezia, sul campanile di S. Marco per "vedere tutta la città e il mare" (1). Egli appartiene ancora a quel flusso di pellegrini, molto abbondante nel XV secolo, che si inaridisce a mano a mano che il passaggio verso la Terrasanta diviene più difficile e che in Occidente inizia l'irresistibile ascesa dell'immagine di Roma (2). In attesa di imbarcarsi per la Palestina, Possot visita Venezia... Leggi

Il Rinascimento. Societa ed economia - La citta. La vita sociale: DAL MEDIOEVO AL PRIMO RINASCIMENTO: L'ARCHITETTURA

Storia di Venezia (1996)

capitolo iiiDal Medioevo al primo Rinascimento:l'architetturaVincat Athenas maritimoterrestri Lacedemonem imperiofide Carthaginensesconcordia ordinum Romanosreligione in Deum omnes pene populos (1)Come ben si sa, agli occhi della storiografia artistica di tradizione toscana e di matrice vasariana, i lunghi decenni che dal secolo XV si spingono a raggiungere l'avvio del '500 sarebbero per Venezia tempo opaco nel campo architettonico... Leggi

Canàl, Guido, detto il Grande

Enciclopedie on line

Patrizio veneziano (m. 1314); più volte duca (governatore) di Candia, ebbe parte nella repressione della congiura Tiepolo-Querini del 1310. Fu capitano generale nella guerra del 1312 contro Zara che si era ribellata al dominio veneziano; l'anno dopo fu eletto procuratore di S. Marco.... Leggi

Tags:

La formazione dello stato patrizio - La vita civile e religiosa: SVILUPPO E ARTICOLAZIONE DELLA CITTA

Storia di Venezia (1997)

capitolo iSviluppo e articolazione della cittàCosì come appare negli ultimi decenni del XIII secolo nella descrizione di Martino da Canal (1), Venezia è la città della pienezza. A questa città privilegiata è stato dato tutto: prosperità, pace, potenza. Vi abbondano le mercanzie, vi affluiscono i mercanti. La ricchezza scorre in città come vi scorre l'acqua che permette il commercio e garantisce la bellezza e la singolarità della "forma urbis". La città è piena: piena di uomini, di... Leggi

Il Rinascimento. Societa ed economia - La citta. La vita sociale: IL RINNOVAMENTO URBANO DEL PRIMO CINQUECENTO

Storia di Venezia (1996)

capitolo iiIl rinnovamento urbanoDel primo Cinquecento1. La forma della metropoli lagunareLa straordinaria forza evocativa della prima rappresentazione prospettica della metropoli lagunare, delineata da Jacopo de' Barbari su sei grandi blocchi lignei e pubblicata da Antonio Kolb proprio all'inizio del nuovo secolo, è stata più volte messa in luce dagli storici della cartografia e della rappresentazione di città (1)... Leggi

L'eta del comune - Societa, lavoro, tecniche: LA CONQUISTA E L'ORGANIZZAZIONE DELLO SPAZIO URBANO

Storia di Venezia (1995)

capitolo iiLa conquista e l'organizzazionedello spazio urbanoLungo tutto il secolo XIII Venezia si propone come una città in movimento: movimento degli individui e del tessuto urbano, dei cantieri e delle istituzioni... È questa dinamica a dare senso e unità al periodo in questione, mentre l'urbanistica, ritracciata qui nell'espansione e nell'organizzazione degli spazi cittadini, ne prova l'autonomia e la coerenza... Leggi

Il Rinascimento. Societa ed economia - La citta. La vita sociale: CERIMONIE, FESTE, LUSSO

Storia di Venezia (1996)

capitolo viiCerimonie,feste, lusso1. Cerimonie e processioniNel corso dei secoli, fino alla caduta della Repubblica, la vita veneziana appare scandita da una grande varietà di pubbliche cerimonie. La maggior parte di queste, se non tutte, presentano due peculiarità. La prima risalta con la massima evidenza nel primo rituale di cui ci occuperemo in questa breve rassegna, quello di intronizzazione del doge, ed è l'intima fusione dell'elemento politico (o civico) con quello religioso... Leggi

VENEZIA

Enciclopedia Italiana (1937)

Città del Veneto, capoluogo della provincia omonima.Sommario - la città (p. 48). - Storia (p. 52); Istituzioni della Repubblica (p. 58). - Arti figurative (P. 60). - Biblioteche e istituti di cultura: Biblioteche e archivî (p. 67); Istituti d'istruzione (p. 67); Gallerie e musei (p. 67); Istituti di cultura (p. 68). - Vita teatrale (p. 69). - Vita musicale (p. 68). - Letteratura dialettale (p. 71). - Folklore (p. 73). - I dominî veneziani d'oltremare (p. 74). - La provincia di Venezia (p. 76). - Tavv. XI-XX.La città... Leggi

Dal Rinascimento al Barocco - La cultura. Le scelte delle istituzioni e le scelte dei privati: IL PUBBLICO E IL PRIVATO. ARCH

Storia di Venezia (1994)

capitolo iIl pubblico e il privato.Architettura e committenza a Venezia1. "Concordia urbis": morfologia urbana e "domus" patrizia"Libertatem ergo Romanorum felicissima Venetia conservat sine secta, sine factione, sine divisione aliqua": così scrive Lauro Quirini nel De nobilitate, rispondendo polemicamente, nel 1449, all'omonimo dialogo di Poggio Bracciolini (1). "Immo", egli continua, "nulla umquam res publica, nullum imperium, nullus urbis status concors unanimis, ut sic dixerim, sine domestica discordia tam diu stetit, quam diu inclita Venetia"... Leggi

Dal Rinascimento al Barocco - La cultura. Le scelte delle istituzioni e le scelte dei privati: MUSICA E MUSICISTI

Storia di Venezia (1994)

capitolo iiMusica e musicistiIn un periodo di grande fioritura musicale che si apre simbolicamente con l'arrivo di Adriano Willaert come maestro di cappella a S. Marco nel 1527 (ma già molto prima le premesse per una tale fioritura sono ben in evidenza) per arrivare, nel 1637, all'apertura del primo teatro d'opera pubblico, Venezia, per molti lati, viene a caratterizzarsi come la città più "musicale" d'Italia... Leggi

L'eta del comune - La cultura, i messaggi, la religione: LE ESPRESSIONI D'ARTE: GLI EDIFICI

Storia di Venezia (1995)

capitolo ivLe espressioni d'arte:gli edifici1. La formazione della cittàPoco prima della metà del XII secolo, negli anni che segnano l'avvento della comunalità veneziana, il processo che trasformerà il centro realtino nella civitas Veneciarum è ancora poco avvertibile, sebbene sia possibile affermare che i primi segni, di non trascurabile rilievo, datano dalla seconda metà del secolo precedente. Fra essi, come particolarmente significativi, possono essere ricordati la grande impresa... Leggi